Il difensore Cinquino prima del match contro il River Chieti 65


immagine-di-repertorio

Domenica scorsa, in trasferta a Morro d’Oro, il Sambuceto ha ottenuto un pareggio a reti bianche, tornando a far punti in campionato e associando a ciò il fatto di non aver subito reti.

Aspetti, questi ultimi due, che fanno propendere uno dei principali baluardi della difesa viola, Andrea Cinquino, verso una visione del cosiddetto bicchiere mezzo pieno: “Dopo un periodo abbastanza negativo a livello di risultati, queste due cose sono già un buon punto di partenza. Lo scopo è però quello di tornare a fare bottino pieno al più presto».

Il centrale classe ’91, al suo primo anno a Sambuceto, racconta anche il suo rapido ambientamento alla Cittadella dello Sport: “Mi trovo bene qui, siamo un bel gruppo e ho trovato una società che dopo lo scorso anno è voluta ripartire con grande entusiasmo. In più ho ritrovato mister Tatomir, con il quale ho lavorato in passato. L’ambiente è carico e vogliamo tornare a riprenderci quel qualcosa che abbiamo lasciato per strada”.

Nel primo scorcio del campionato di Eccellenza Cinquino è già andato a segno in due occasioni (a Cupello e nella gare esterna contro l’Amiternina), dimostrando anche di essere un difensore con il vizio del gol. Nonostante ciò, se gli si chiedesse di scegliere tra una rete davanti ai propri tifosi e una vittoria della squadra, il centrale sarebbe subito pronto a mettere da parte senza alcun indugio gli aspetti personali in favore degli obiettivi del gruppo: “Scambierei volentieri un mio gol con una vittoria, perché l’obiettivo primario è questo. Per un difensore è ancora più raro riuscire a segnare, ed è quindi sempre un piacere. Ma la soddisfazione maggiore è sempre il risultato”.

E proprio per quanto riguarda il “ritorno” tra le mura amiche della Cittadella dello Sport, nel prossimo turno del massimo campionato regionale il Sambuceto riceverà la visita del River Chieti 65, formazione che precede i viola in graduatoria di una sola lunghezza (12 punti contro gli 11 raccolti dalla squadra di Tatomir). Un incontro, quello con i teatini, che Cinquino analizza così: “Di sicuro sarà una partita complicata; un po’ perché arriviamo da una serie di risultati non proprio esaltanti, e in più perché di fronte troveremo una squadra che verrà a Sambuceto senza nulla da perdere, perché deve salvarsi come noi. Credo quindi che sia una partita da non sbagliare”.

Pubblicato sotto: Sport