Easy kart, un campionato di successi per il giovane Testardi


Francesco Testardi

Bellissima e piena di successi la stagione agonistica 2016 del baby-driver aquilano Francesco Junior Testardi.

Delle 10 gare disputate è salito sul podio ben 8 volte, con 3 primi posti, 4 pole position e ben 32 giri migliori più veloci. L’ultimo campionato di easy kart, concluso nel mese di settembre scorso, che si è svolto sulle più importanti piste italiane di questa specialità, ha visto trionfare il giovane pilota aquilano appena dodicenne che ha sbaragliato la concorrenza grazie alla sua impeccabile guida.

Il “professore”, come lo chiamano nell’ambiente, si è distinto ancora una volta dai suoi avversari per la cosiddetta “guida pulita” perché non sbaglia praticamente mai. Bellissime le partenze a razzo e i sorpassi mozzafiato, quasi impossibili, tutti nel rispetto delle regole di questa disciplina sportiva. Anche in questo campionato la concorrenza dei piloti stranieri è stata spietata, ma Francesco non si è fatto intimidire ed è riuscito a mantenere costante la concentrazione in tutte le gare e raggiungere il traguardo del podio nazionale. Al termine di questa stagione, molti dei cronisti che seguono questo sport, lo hanno definito il “miglior pilota easy kart”.

La sua già brillante carriera  continuerà nel prossimo 2017 con il passaggio obbligatorio di categoria in WSK World Series Karting, per aver compiuto ormai 12 anni di età. Decisamente un bel curriculum quello del giovane pilota che, a breve, dovrà prima affrontare difficilissimi test con importanti scuderie, note per aver avuto giovanissimi piloti, poi passati in Formula 3 e Formula 1. Una nuova entusiasmante stagione si avvicina per Francesco ancora più difficile e impegnativa perché dovrà affrontare ben 90 avversari il doppio del campionato easy kart, provenienti da tutto il mondo. Ora però il giovanissimo pilota dovrà affidarsi alla nuova scuderia, con la quale disputerà l’intera stagione prossima. Il baby driver non vede l’ora di svelare il nome del suo nuovo team ed affrontare un’altra entusiasmante  avventura sportiva.