Dispersione scolastica, presentato progetto europeo


Dispersione scolastica

E’ stato presentato, in anteprima, il progetto europeo “Scuole aperte e inclusive” inserito nel programma Fse 2014-2020, la cui pubblicazione è prevista entro la metà di dicembre: una scuola nuova e aperta per combattere la dispersione scolastica.

Il nuovo progetto europeo, illustrato dall’assessore all’istruzione Sclocco ai presidi delle scuole abruzzesi, è stato concepito per fornire soluzioni sul campo contro la dispersione scolastica e i comportamenti devianti dei giovani, uno dei problemi più attuali della società abruzzese.

“Scuole aperte e inclusive” seguirà su due linee d’intervento. La prima è destinata a studenti degli istituti scolastici autonomi statali o paritari del I e II ciclo d’istruzione e a soggetti svantaggiati di età inferiore ai 29 anni con disagio sociale. La seconda, denominata “Menti aperte”, è invece destinata agli studenti delle scuole medie superiori e prevede corsi formativi, curriculari, extracurriculari e tirocini pratici.

“Con questo progetto – ha spiegato l’assessore Sclocco – vogliamo attivare una collaborazione virtuosa tra istituzioni scolastiche, famiglie, associazioni di volontariato, terzo settore e università, realizzando ‘Reti per le scuole inclusive’ in grado di offrire ai ragazzi momenti di socialità, aggregazione, effettive esperienze di crescita e di assunzione di responsabilità. Questo presuppone la possibilità di aprire le scuole nel pomeriggio e in estate in modo da soddisfare un’offerta formativa più ampia”.