Referendum costituzionale, dimissioni Renzi rinviate


Referendum costituzionale, dimissioni Renzi rinviate

Referendum costituzionale, colloquio in Quirinale: dimissioni rinviate.

Dopo la disfatta subìta dal referendum costituzionale, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi dovrà attenderà prima di abbandonare lʼincarico: il Capo dello Stato Sergio Mattarella ha chiesto di rinviare le dimissioni fino a conclusione dell’iter in Parlamento della Legge di Stabilità.

Durante la mezz’ora di colloquio al Quirinale, il Premier ha ribadito la ferma intenzione di rassegnare le dimissioni dopo l’esito negativo del referendum con il quale sono state bocciate le riforme costituzionali proposte.

Dimissioni che, quindi, risultano attualmente congelate ma che diventeranno ufficiali una volta conseguita l’approvazione della Manovra di Bilancio. Si tratta di un passaggio indispensabile per completare tale adempimento, come sottolineato dallo stesso Mattarella.