Teatro alla Scala, prima trionfale con Madama Butterfly


Teatro alla Scala, prima trionfale con Madama Butterfly

Prima trionfale del Teatro alla Scala con Madama Butterfly: 14 minuti di applausi.

Diretta dal maestro Riccardo Chailly con la regia del lettone Alvis Hermanis e il soprano Maria Josè Siri, Madama Butterfly ha segnato la serata inaugurale del Teatro alla Scala a Milano con lanci di fiori dalla galleria e standing ovation del pubblico. Lo spettacolo, che ha incassato 1.950.000 euro, aveva già raggiunto il tutto esaurito dieci giorni fa ma il forfait di molte autorità politiche ha reso disponibile la vendita di posti last minute, riempiendo la sala.

Particolarmente soddisfatto il maestro Chailly che ha coraggiosamente eseguito la versione originale del 1904 dell’opera che all’epoca fu fischiata: “Con 112 anni di ritardo il valore della Butterfly è riconosciuto”.

“Non mi fate piangere – ha commentato commossa il soprano uruguayano Maria Josè Siri dopo tre ore di intenso palcoscenico – Per me era una sfida personale. Nella parte di Cio-Cio-San, rinuncio a mio figlio e mi tolgo la vita. Quando mia figlia aveva tre anni, ho affrontato una storia particolare: l’ho vista ammalarsi e finire in terapia intensiva. Un problema di salute che poi si è risolto. Adesso lei è qui con me ed è la persona più importante al mondo”.

“A tutte le donne che vivono situazioni difficili – ha concluso Siri – voglio lasciare un messaggio: non mollare mai”.