Legge di Bilancio 2017, manovra da 27 miliardi di euro


Legge di Bilancio 2017

Legge di Bilancio 2017, manovra da 27 miliardi di euro: taglio delle tasse, canone rai, sanità, scuola,pensioni e tanti nuovi bonus.

La nuova Legge di Bilancio 2017 entrerà in vigore il 1 gennaio con diverse novità tra cui la cancellazione delle clausole sull’Iva per 15 miliardi di euro. Nel 2017 non ci saranno quindi aumenti delle tasse legati alle clausole lasciate in eredità. Per le neo mamme, stimate in 490mila, previsti 392 milioni l’anno per il bonus nascita da 800 euro. Bonus da 1.000 euro anche per l’asilo nido e per i bambini malati fino a 3 anni che hanno bisogno di assistenza a casa. Ampliato il congedo per i neo papà: 2 giorni nel 2017, 4 giorni nel 2018. Gli orfani di un genitore, inoltre,  potranno rimanere a carico dell’altro con le conseguenti agevolazioni fiscali. Sul fronte pensioni, l’anticipo scatta il 1° maggio 2017 e rimane in vigore in via sperimentale fino alla fine del 2018. Si può chiedere con 63 anni di età e 20 di contributi con una penalizzazione del 4.5%.  Previsto l’Ape social a costo zero per disoccupati e disabili con 63 anni di età e 30 di contributi o lavoratori impegnati in attività particolarmente pesanti con 63 anni e 36 di contributi.

Il costo del canone della tv pubblica, attualmente pagato in bolletta, scenderà da 100 a 90 euro l’anno. In merito agli istituti scolastici, raddoppiano i contributi (circa 75 milioni) per le strutture private che accolgono disabili e per le scuole materne paritarie. Aumentano le detrazioni per chi iscrive i figli nel privato, mentre oltre mezzo miliardo sarà destinato alla ristrutturazione e al decoro delle scuole pubbliche. Nel biennio 2017-2018, 540 milioni andranno all’aumento dell’organico. Il fondo per rinnovo dei contratti e nuove assunzioni relativi al pubblico impiego ammonta a 1.48 miliardi nel 2017 e a 1.39 miliardi nel 2018. Risorse destinate anche per i corpi di polizia e i vigili del fuoco. Infine, il sistema sanitario nazionale verrà rifinanziato con 113 miliardi nel 2017 e 114 miliardi di euro nel 2018. Un miliardo sarà riservato all’acquisto di farmaci innovativi oncologici e vaccini. Prevista anche la stabilizzazione del personale medico.