Privacy, nuove norme Ue in arrivo on line


Privacy on line, nuove norme Ue in arrivo

A tutela della privacy on line in arrivo nuove norme dall’Unione europea.

I nuovi provvedimenti previsti dall’Unione europea per la legge sulla privacy on line in materia di comunicazioni elettroniche verranno estesi anche a Messenger, Facebook, Whatsapp, Gmail, Skype e iMassage allo scopo di impedire o quanto meno rendere più difficile l’attività dei disturbatori.

Messaggi spam, sms a contenuto pubblicitario, numeri sconosciuti e non identificabili attivati allo scopo di vendite promozionali che assillano quotidianamente gli internauti subiranno dei cambiamenti: le chiamate commerciali dovranno essere accompagnate dal proprio numero non più criptato oppure da uno specifico prefisso in modo che l’utente possa rifiutarle.

Inoltre in base al divieto di spamming non potranno essere inviati sms, mail o chiamate telefoniche senza previo consenso dell’utente. Le nuove norme dovranno passare al vaglio del Parlamento e del Consiglio Europeo per essere varate definitivamente entro fine maggio 2018 modificando anche la politica dei cookie: i file di informazioni che i siti web memorizzano sul computer dell’utente durante la navigazione, per i quali non occorrerà più dare il consenso se impiegati solo per conteggiare i visitatori di un determinato sito.