Il Premio Garrufo di Sant’Omero 2017


Premio Sgattoni

L’associazione Pro loco di Garrufo di Sant’Omero (Te), con il patrocinio dell’amministrazione xomunale di Sant’Omero, indice la XII edizione del Premio Racconto breve 2017 Giammario Sgattoni, sul tema “Ricordi di scuola. Dai banchi i racconti di una vita”.

L’edizione di quest’anno intende ricordare l’intellettuale teramano a dieci anni dalla scomparsa, al quale, nel 2013, è stata dedicata la Scuola elementare di Garrufo di Sant’Omero. La partecipazione è gratuita. I testi non devono superare la lunghezza di n. 16.000 battute (spazi inclusi ed escluso il titolo). Gli elaborati devono essere scritti in lingua italiana. Gli elaborati devono essere inediti: non devono, cioè, essere stati pubblicati su carta o sul web. Di eventuali plagi risponderanno personalmente gli autori. Il materiale dovrà essere inviato entro il 24 aprile 2017, sia su supporto cartaceo, sia su supporto informatico (file.doc), tramite servizio postale a: “Premio racconto breve” c/o Pro Loco di Garrufo, Via Nazionale, 93 – 64027 Garrufo di Sant’Omero (Te).

Non verranno accettati i racconti inviati solo in formato cartaceo o solo in quello informatico. I racconti non devono essere spediti unicamente per posta elettronica, né prima né dopo la scadenza del bando. Le buste contenenti le opere, con timbro postale successivo alla data suindicata, non verranno tenute in considerazione.  Il Premio è articolato in un’unica sezione. Possono partecipare tutti quelli che abbiano compiuto i quattordici anni di età alla data del 24 aprile 2017.  Ciascun corrente può presentare un solo racconto. I racconti possono aver già partecipato ad altri concorsi, purché non abbiano ricevuto premi o menzioni particolari.

L’autore, pertanto, dovrà dichiarare (nella busta al punto 13 del presente regolamento) che il lavoro è inedito e che non è risultato assegnatario, in altri concorsi letterari, di premi di qualsiasi tipologia. I dattiloscritti devono essere presentati in n. 6 copie non firmate, e inseriti in busta chiusa senza mittente, per garantire una assoluta anonimità.  Il nominativo, l’età degli autori, i recapiti (residenza, indirizzo, telefono, e-mail), il titolo del racconto e il CD con il file. doc, vanno inclusi in una seconda busta sigillata e inserita nel plico al punto 12 del regolamento, sempre in forma anonima. Oltre a quanto sopra specificato, non sono richieste altre informazioni sugli autori. Sul Cd non devono essere incollate etichette di nessun tipo. Non si accettano racconti senza il Cd incluso.

Per informazioni scrivere a Enrico Di Carlo: 320.0697431 (ore pomeridiane); enricodica@libero.it. Oppure telefonare (ore pomeridiane) al 328.8967619. Non verranno presi in considerazione racconti che eccedano la lunghezza stabilita e che, per gli argomenti trattati, contrari alla morale pubblica, a insindacabile giudizio della Giuria possano esporre l’organizzazione o i singoli soggetti a contenziosi di tipo legale o possano risultare lesivi della loro immagine.

I lavori partecipanti al Premio non saranno restituiti in quanto costituiranno parte integrante dell’archivio del Premio medesimo. Gli autori, per il fatto stesso di partecipare al presente concorso, autorizzano l’Organizzazione del medesimo a pubblicare le proprie opere se e dove verrà ritenuto opportuno (libri, giornali, riviste, web), rinunciando, già dal momento in cui partecipano al concorso, a qualsiasi pretesa economica o di natura giuridica in ordine ai diritti d’autore, ma conservano la paternità delle proprie opere. La Giuria, nominata dalla Pro Loco di Garrufo di Sant’Omero e resa nota in concomitanza con la pubblicazione dei vincitori, esaminerà i lavori concorrenti e, in base ai criteri e motivi stabiliti per l’assegnazione dei premi, redigerà una relazione conclusiva che conterrà la graduatoria dei vincitori.