Roma, Pisapia presenta Campo Progressista


Roma, Pisapia presenta Campo Progressista

Giuliano Pisapia presenta Campo Progressista nella location del teatro Brancaccio di Roma

Giuliano Pisapia ha presentato oggi a Roma la nuova realtà politica “Campo Progressista”, sua creatura da lui stesso definita “embrione del nuovo centrosinistra”.

Platea gremita da ex Pd e Sinistra Italiana, con la presenza del presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini e il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, intervenuto sul palco.

Pisapia prende le distanze nel merito e nel metodo dal Pd sottolineando “dal cuore e dalla ragione: bisogna decidere da che parte stare”, senza chiudere però il rapporto con l’ex premier Renzi: “Matteo Renzi non è un avversario, lavoro per conto mio”.

“Lavoro ad una coalizione aperta ed ampia – spiega – Finchè non ci sarà una legge elettorale è sbagliato parlare di coalizioni in termini di qualcosa che ancora non c’é”.

Tra le priorità elencate dall’ex sindaco di Milano nel corso del suo intervento al Brancaccio: “Ci sono proposte che devono diventare legge: lo ius soli, il fine vita e il reato di tortura”, ricordando Stefano Cucchi, i fatti del G8 di Genova e l’impegno in Europa per una concreta capacità di assistenza ai migranti.

“E’ l’inizio di un nuovo viaggio – conclude – con la consapevolezza che non sarà un percorso facile. La sfida però è necessaria per costruire un nuovo ampio centro sinistra capace di dialogare, decidere e vincere”.