Voucher addio, verso l’abrogazione totale


Voucher addio, verso l'abrogazione totale

Voucher, verso l’abrogazione totale dal 2018 dopo un periodo di transizione fino al 31 dicembre 2017 per chi li ha già acquistati

“ Voteremo per l’abrogazione totale dei voucher dal 2018. Ci sarà un periodo di transizione fino al 31 dicembre 2017, per permettere di utilizzarli a chi li ha già acquistati” – così Patrizia Maestri, relatrice dem della proposta di legge, annuncia il voto in Commissione Lavoro per l’abrogazione totale del tagliando.  Sull’emendamento che lo elimina, però, non mancano le polemiche.

Massimo Vivoli, presidente di Confesercenti, e il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, considerano la linea adottata dalla maggioranza “molto deludente. L’eliminazione dei voucher non ci piace e nemmeno il modo: se s’ha da fare, si faccia il referendum. Smontare tutto senza dibattito non ci sembra la strada giusta”.

Si arriverebbe, in questo modo e senza bisogno della consultazione, a quanto chiesto dalla Cgil con il referendum fissato per il 28 maggio.

Sul tema politici e sindacati non trovano accordo. La Cgil ha promosso il referendum per l’abrogazione, mentre Cisl e Uil avevano chiesto al governo di aprire un confronto per una stretta sui buoni ma non per la loro cancellazione, prendendo in considerazione la possibilità di lasciarli solo alle famiglie.

Intanto, la Commissione Lavoro ha approvato il testo e il Governo porterà in Consiglio dei Ministri il relativo decreto legge per la ratifica.