La Juve elimina il Barcellona e va in semifinale. La voce dei protagonisti


La formazione bianconera

Dopo la splendida qualificazione ottenuta per la semifinale di Champions League, eliminando il Barcellona di Messi, in casa bianconera parlano i protagonisti di questa bellissima impresa: il mister Allegri, il capitano Buffon, il difensore Bonucci e l’attaccante Dybala.

A fine partita nelle parole del tecnico Massimiliano Allegri: c’è tutta la filosofia di un tecnico che, come non drammatizza i momenti difficili, non cade nell’eccesso di entusiasmo, anche dopo una serata che, di entusiasmante, ha moltissimo.

«Solo una grande Juve avrebbe potuto superare un turno del genere. – Ha dichiarato Allegri –  Abbiamo concesso qualcosa, difendendo comunque con ordine e grinta per 95’, chiaro che quando andavamo in avanti lasciavamo qualcosa in termini di lucidità, ma ci lavoreremo».

E continua: «Grande partita di tutti, dei centrali, ma anche di chi è entrato dopo come Barzagli. C’era l’impressione che la partita poteva durare ancora molto, ma non avremmo preso gol. Eppure il Barcellona in casa si trasforma, Messi, Neymar e Suarez facevano girare la palla a livelli altissimi, anche Iniesta ha fatto una ottima partita. È quasi impossibile che il Barça non faccia gol per due partite di fila e quindi noi siamo stati davvero molto bravi». «Non è un traguardo questa partita, ma un passaggio in vista di Cardiff.

Quindi adesso non si molla niente, domenica abbiamo una partita importante, siamo nel clou della stagione. Ma il gruppo è fatto di grandi professionisti, sono responsabili, non ho bisogno di tenerli sulla corda». Il cambio di modulo? «Va fatto quando vinci, se lo fai quando si perde tutto è più difficile…» «Gustiamoci il passaggio, abbiamo margini di miglioramento, ma devo solo fare i complimenti ai ragazzi. Più in generale è stato giusto e bello, oltre che educativo, l’applauso del Camp Nou a due grandissime squadre: questa partita, come quella di Madrid di ieri, ha visto in campo alcune fra le più forti compagini in Europa. Qui stasera ci sono state grandissime giocate».

Il capitano della Juventus, Gianluigi Buffon, commenta così il passaggio della squadra bianconera, in semifinale: «Una vittoria netta e inequivocabile, contro la squadra che tuttora ritengo essere la più forte del mondo». In queste parole c’è tutto il pensiero di Capitan Gigi Buffon, che aggiunge: «Il risultato è giusto, merito nostro che siamo cresciuti in convinzione e personalità: siamo una squadra sempre più europea, non difendiamo solo ma proponiamo, gestiamo la palla. Avere eliminato il Barcellona ci regala altre certezze, che con altri avversari non avremmo forse maturato». «Il nostro percorso di crescita è iniziato qualche anno fa, e sta continuando a evolversi: noi lavoriamo per questo, abbiamo la convinzione di avere ancora margini e poter continuare a migliorare. Il destino, da questo punto di vista, è nelle nostre mani: per quanto riguarda la vittoria finale, invece, contano anche la fortuna e gli avversari». «Per la semifinale non voglio nessuno, e voglio tutti»

Il difensore della Juventus, Bonucci dichiara: «Siamo cresciuti in consapevolezza. Adesso sappiamo di essere davvero una grande squadra, il nostro percorso di crescita è continuo. È un altro passo verso Cardiff». «Sapevamo avrebbero giocato alti, abbiamo difeso benissimo, anche grazie ai nostri esterni, Cuadrado e Mandzukic, che hanno coperto molto specie sui loro terzini. Potevamo fare meglio sulle ripartenze, specie all’inizio quando abbiamo regalato qualche pallone in uscita, ma questa era la partita che ci aspettavamo di fare, siamo stati bravi a coprire tutto e ripartire. Una grande squadra, un grande gruppo, che merita applausi per come interpreta ogni match».

Gli ingredienti dell’impresa: «Sacrificio e umiltà. Segnarne tre in casa e uscire così dal Camp Nou dimostra che siamo grandi. Chi non vogliamo incontrare in semifinale? Chiedetelo alle altre, che probabilmente adesso non vorranno trovare noi: mettiamo paura e ce la giochiamo con tutti. Saranno comunque grandi semifinali, perché quel che conta è solo Cardiff».

Il protagonista della semifinale di andata Paulo Dybala, commenta così la partita: «Si, siamo proprio contenti, abbiamo fatto una grande cosa. Una notte fantastica, la nostra».

Una notte fantastica che ha neutralizzato le velleità del Barça: «Non era facile, oggi, visti anche i precedenti e le rimonte del Barcellona. Siamo stati solidi, non è una cosa da poco non prendere gol da loro».

E, ovviamente, il leit motiv del post partita: e adesso chi incontrare? «Prima dei quarti volevamo tutti il Barça, adesso non so: non abbiamo una favorita, aspettiamo».

Pubblicato sotto: Sport