Lusso, Louis Vuitton vuole Christian Dior


L'attrice Michelle Williams testimonial per Vuitton

LVMH, acronimo di Louis Vuitton Moët Hennessy, colosso e leader mondiale nel settore del lusso con sede a Parigi di proprietà del gruppo familiare Arnault, ha annunciato di voler integrare il marchio Dior per 6.5 miliardi di euro, accanto alle numerose aziende di alta moda già acquisite come Bulgari, DKNY, Fendi, Givenchy, Kenzo, Loro Piana e, ovviamente, Louis Vuitton.

La società Christian Dior Couture è controllata al 100% della holding Christian Dior SA. Il gruppo Arnault controlla già il 74% di Christian Dior e ha offerto di rimborsare tutte le quote di minoranza.

Come spiegato da Jean-Jacques Guiony, direttore finanziario di Lvmh, si tratta di una mossa che servirà a rilanciare gli utili e rafforzare la divisione moda e pelletteria.

Lvmh assicura il consolidamento di tutto il marchio Dior, che potrà ulteriormente migliorare le sinergie tra Christian Dior Couture e Parfums Christian Dior, e avrà un impatto accrescitivo sull’utile per azione di Lvmh già nel primo anno.