Calcio. Monaco-Juventus, una storia di grandi ex


David Trezeguet, uno degli ex bianconeri

La storia che lega in parallelo Juventus e Monaco è anche, in parte, quella di chi ha vestito vestito entrambe le casacche: alcuni di loro hanno scritto pagine indelebili in bianconero.

In occasione dell’incontro di stasera Monaco vs Juventus per le semifinali di Champions League passiamo in rassegna i giocatori che hanno militato in entrambe le squadre, tra cui tre italiani.

Cominciamo da due bomber, Marco Di Vaio e Christian Vieri. Il giocatore romano è stato bianconero per due anni, dal 2002 al 2004, totalizzando 84 presenze e 28 reti fra competizioni nazionali e continentali, e vincendo uno scudetto e una Supercoppa italiana.  Due le stagioni anche nel principato, 2005/06 e 2006/07, con 33 presenze e 8 reti fra Ligue 1 e Coupe de La Ligue.

Una stagione in bianconero, la 1996/97, per Christian Vieri, vincitore di uno scudetto, una Coppa intercontinentale e una Supercoppa europea: 34 presenze in totale e 14 reti. Nel 2005/2006, poi, Vieri ha giocato in biancorosso, totalizzando 11 presenze e 5 gol in campionato, Coppa della Lega e Coppa Uefa.

Milita tuttora nel Monaco il portiere Morgan De Sanctis, che in stagione ha totalizzato 8 presenze fra tutte le competizioni. Quattro presenze in due stagioni per lui anche in bianconero, dal 1997 al 1999. E uno scudetto. Fra il 1988 e il 1990 la trequarti bianconera ha vissuto anche delle giocate del talentuoso portoghese Rui Barros, che ha disputato in totale 74 match (16 gol) fra Campionato, Coppa Italia e Coppa Uefa; poi, nel 1990 e fino al 1993, Barros ha giocato anche a Monaco, solo 8 partite e segnando una rete.

2007/2008: la stagione in bianconero e in biancorosso di Sergio Almiron, arricchita da 11 presenze e un gol alla Juve e poi, nella seconda parte di stagione, da 12 partite e due reti nel Principato. Tutti ricordano il rigore decisivo della Finale di Coppa dei Campioni di Roma nel 1996: lo segnò Vladimir Jugovic, che in bianconero vinse, oltre a quel trofeo, un campionato, una Supercoppa italiana e una Coppa intercontinentale. Fra il 1995 e il 1997 Vladimir disputò 77 match e mise a segno 10 gol; poi nel 2001/2002 giocò anche nel Monaco, dove vinse la Coupe de la Ligue, giocando in tutto 22 volte e segnando 1 gol.

Diciannove presenze in bianconero nel 2004/2005 per Olivier Kapo, senza reti: la stagione successiva giocò con il Monaco e fra Ligue1, Coupe de la Ligue e competizioni continentali disputa 32 partite segnando 7 gol.

Sono 4 le stagioni di Thierry Henry a Monaco, dal 1995 al 1999: 104 presenze e 22 gol fra tutte le competizioni per lui, che si laureò Campione di Francia nel 1997. Due anni dopo, proprio nel 1999, passò alla Juventus, dove giocò 19 partite e mise a segno 3 gol. Quattro scudetti, 204 presenze e 1 gol per Lilian Thuram in bianconero: accadde dal 2001 al 2006. Agli inizi della carriera, dal 1991 al 1996, Lilian aveva militato nel Monaco, dove aveva messo insieme solo 15 presenze e 1 gol.

Poi c’è un altro grande difensore francese che ha fatto gli ultimi anni di storia bianconera: parliamo di Patrice Evra. Due scudetti, altrettante Coppe Italia e una Supercoppa italiana per lui, che è stato anche Campione di Francia con il Monaco nel 2003. Nel dettaglio, in due stagioni e mezzo in bianconero Patrice ha giocato 82 volte segnando 3 gol, mentre al Monaco, dal 2002 al 2006, Pat ha disputato 156 match in tutte le competizioni, con 2 reti all’attivo.

Infine,uno degli attaccanti più grandi dell’intera storia bianconera: David Trezeguet. Alla Juventus, l’attuale Presidente delle Legends ha giocato dal 2000 al 2010, segnando la cifra eccezionale di 171 gol in 319 partite e vincendo 4 scudetti e 2 Supercoppe. Re David ha vinto molto anche con il Monaco, dal 1996 al 2000, proprio prima di arrivare alla Juventus: 111 presenze totali e 61 reti, per 2 Campionati e una Supercoppa francese conquistati.

 

Pubblicato sotto: Sport