Capitali europee vegan-friendly, Roma nella top five


Capitali europee vegan-friendly, Roma nella top five

Roma al quinto posto tra le capitali europee vegan-friendly

Lisbona, Praga, Varsavia, Barcellona e Roma sono le capitali europee maggiormente vegan-friendly secondo la classifica stilata da Hundredrooms, comparatore online di alloggi turistici, tenendo conto del rapporto tra popolazione e numero di ristoranti con menù privi di ingredienti animali.

Al primo posto Lisbona: la capitale portoghese offre più di un cento ristoranti e negozi per vegani e vegetariani su una popolazione di circa 550.000 abitanti.

Seconda è Praga: nonostante la Repubblica Ceca sia caratterizzata da una gastronomia tradizionale a base di carne, le proposte vegan si sono moltiplicate anche con menù a meno di 5 euro. A Praga sono stati recentemente aperti circa 34 ristoranti vegani su 1.260.000 abitanti.

Terza posizione per Varsavia. Citata dal Financial Times per il cambiamento culinario radicale che ha vissuto, la capitale polacca vede la tendenza vegan-friendly sempre più in crescita. Varsavia conta attualmente più di un centinaio di ristoranti e negozi che stanno riscrivendo la storia culinaria della città che preferiva pesce e vodka.

Quarto posto in classifica per Barcellona, la città più vegan-friendly di tutta la Spagna. Quasi un anno fa il municipio catalano ha onorato la città di questo titolo, promuovendo le opportunità di questo nuovo tipo di commercio sia per gli abitanti che per i turisti. A questa svolta green, hanno contribuito più di cento ristoranti e locali e, se si arriva in bicicletta, si può usufruire del 10% di sconto.

Chiude la top five Roma con i suoi cinquanta ristoranti vegani e ingredienti biologici al di sopra del 70%, tra cui il pecorino romano in crosta di mandorle con agretti e mostarda di albicocche.

Seguono Amsterdam, che vede l’incremento di negozi vegan-friendly; Berlino, una delle mete con il più alto numero di ristoranti che offrono un menù completamente vegano; poi Vienna e Londra. Fanalino di coda Parigi, con 37 ristoranti vegan.