Rivoluzione nel tennis, arrivano le nuove regole


Rivoluzione nel tennis, arrivano le nuove regole

Chris Kermode, Ceo dell’Atp, ha annunciato l’arrivo di nuove regole che rivoluzioneranno il tradizionale gioco del tennis

Le modifiche previste sono state illustrate nel corso di una conferenza stampa durante gli Internazionali Bnl d’Italia e verranno sperimentate per la prima volta a Milano, dal 7 all’11 novembre, in occasione delle Next Gen Atp Finals alle quali parteciperanno i migliori sette under 21 della stagione oltre ad una wild card.

Si tratta di sette novità che consistono, innanzitutto, in un formato più breve degli incontri: ciò permetterà d’incrementare i momenti chiave dei match mentre le partite, al meglio dei cinque set, manterranno inalterato il numero di game necessari per vincere (12). Eliminati i vantaggi sul 40 pari, sarà il giocatore alla risposta a decidere da quale parte rispondere nel punto che assegnerà il game.

Più breve sarà il riscaldamento in quanto l’incontro inizierà cinque minuti dopo l’ingresso in campo del secondo giocatore.

L’eliminazione del let sul servizio equiparerà l’incidenza del nastro a tutti gli altri momenti di gioco. Lo shot clock favorirà il rispetto dei tempi di pausa del gioco, a partire dai 25 secondi tra un punto e l’altro.

Il giocatore, inoltre, potrà richiedere un solo time out medico a partita.

Con l’inserimento del coaching, il tennis maschile si equipara al tennis femminile che già lo prevede pur impedendo agli allenatori di scendere direttamente in campo, cosa che invece avviene nel circuito Wta.

Infine, il pubblico potrà muoversi liberamente nell’impianto anche durante lo svolgimento del gioco, tranne coloro che siedono a ridosso delle due linee di fondocampo.

Pubblicato sotto: Sport