Troppe assenze del personale viaggiante della TUA, la replica del sindacato OR.S.A


Lazienda-Tua-e1486379872359-777x437

Troppi i casi di autisti della TUA assenti per malattia, permessi per Legge 104 e congedi parentali; un campanello d’allarme che nei giorni scorsi aveva lanciato il vertice dell’azienda dei trasporti regionale insieme all’invito del suo presidente Gianfranco Giuliante ad una maggiore responsabilità del personale viaggiante in un momento di emergenza come il nostro.

Immediata la risposta del segretario regionale del sindacato OR.S.A. Trasporti TPL Abruzzo sig. Michele Giuliani:

Richiamo senza dubbio dovuto e condivisibile anche da noi come sindacato e quindi parte socialedel resto in più occasioni ai lavoratori abbiamo evidenziato l’importanza di un atteggiamento più responsabile soprattutto considerando che le giornate di malattia vanno ad aumentare quelle in solidarietà, già previste aziendalmente, per coloro che invece mantengono un comportamento in linea con quel codice etico, non scritto ma certamente morale, che tutti, prima come uomini e donne e poi come Lavoratori, dovremmo avere sempre.

Diverso è il discorso per quanto riguarda i permessi Legge 104 ed i congedi parentali ordinari e straordinari che sono stati addirittura incentivati dagli Organi istituzionali attraverso i vari Decreti Legge emanati nelle ultime settimane proprio ai fini di un maggior contenimento della pandemia in corso.

Siamo certi che i Lavoratori sapranno mettere in campo quel senso di responsabilità richiamato dal presidente e necessario ad invertire la tendenza dei numeri a riguardo delle malattie, del resto sono anni che quegli stessi lavoratori offrono senso di responsabilità all’azienda lavorando con mezzi non esattamente idonei ad offrire un servizio dignitoso e che, in varie occasioni, sono stati oggetto di denunce ed articoli di stampa da parte della Segreteria OR.S.A. Trasporti Abruzzo.