Manoppello, verso un Comune sempre più smart. Nuovi fondi Pnrr per la digitalizzazione


roberto cavallo

Grazie ai contributi del Fondo Innovazione ottenuti dal Comune di Manoppello, continua l’implementazione dei servizi online al cittadino che, già da alcuni mesi, se dotati CIE (Carta d’identità elettronica) o SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) e, come previsto dal passaggio all’Anagrafe nazionale della popolazione residente (ANPR), la banca dati unica del Ministero dell’Interno, possono ottenere certificati anagrafici in maniera autonoma e gratuita senza recarsi allo sportello.

“Grazie a fondi Pnrr, stiamo completando il processo di migrazione dei servizi su piattaforma PagoPA dove è già possibile accedere all’area pagamenti e selezionare il servizio da saldare – ha spiegato il presidente del Consiglio Comunale con delega Roberto Cavallo all’Innovazione tecnologica – e stiamo lavorando per rendere fruibili ai cittadini i servizi digitali dell’Amministrazione tramite l’App IO”. È stato, infatti, introdotto un nuovo servizio specifico che ricorda agli utenti provvisti di CIE, trenta giorni prima della scadenza, che dovranno recarsi in Municipio per rinnovare il documento e che permette di prenotare in modalità telematica l’espletamento della pratica. Sempre sul sito del Comune è disponibile un’area dedicata alle Segnalazioni attraverso la quale i cittadini potranno comunicare direttamente con gli uffici comunali per riferire eventuali piccoli disservizi.

“Il futuro della Pubblica Amministrazione deve passare necessariamente per l’innovazione tecnologica che permetterà non solo un accesso facile ai servizi digitali ma anche lo snellimento delle procedure amministrative – hanno aggiunto il sindaco Giorgio De Luca e il presidente Roberto Cavallo -. Manoppello potrà investire circa 400 mila euro di risorse in servizi digitali grazie alle assegnazioni del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, di cui 319 mila derivanti da cinque bandi Pnrr. Inoltre, di un’ulteriore somma di 32.598 euro, ci è già stato recentemente trasmesso il decreto di finanziamento”. “Il 2022 è stato un anno di grande lavoro per gli uffici comunali – ha aggiunto il presidente del Consiglio comunale -, abbiamo risposto a sette bandi sulla digitalizzazione di cui sei già finanziati; diversi sono stati gli incontri in videoconferenza con i responsabili della presidenza del Consiglio dei Ministri, da cui abbiamo ricevuto i complimenti per l’attivismo e l’impegno. Ringrazio responsabili e dipendenti comunali per l’importante e determinante collaborazione”.