Andrea Raffaelli, passione Beach volley


andrea-raffaelli

E’ marchigiano di nascita, ma ha legami forti con l’A­bruzzo. Da quelli familiari (la moglie è abruzze­se), ma an­che professionali, visto che ora il suo ruolo di allenatore lo ha portato ad aprire scuole di beach volley pri­ma a Pe­sca­ra e ora a Giu­liano­va.

An­drea Raf­fael­li (nella foto), 46 an­ni, sta in pratica vivendo la sua ventottesima stagione agonistica, prima da giocatore, ora da tecnico. An­drea Raffaelli non è un per­sonaggio qualunque del beach volley. E’ stato il pri­mo giocatore italiano, nel 2000, a disputare le Olim­pia­­di di Sidney in una di­sciplina che da quel mo­mento in poi è cresciuta in termini di qualità e seguito.

“Dopo l’esperienza con la nazionale italiana, che po­trebbe riprendere – ha detto il beacher rivierasco – sono pronto ad affrontare una va­langa di stimolanti impegni che sono sicuro si tramuteranno nelle più belle soddisfazioni e nei più inaspettati risultati per me e soprattutto per le tante persone che han­no deciso di stare al mio fianco”.

Raffaelli in questa stagione sarà l’allenatore di due delle coppie più importanti del panorama na­zio­nale co­me quelle composte da Greta Cicolari e France­sca Giogoli in cam­po femminile e dai gemelli Paolo e Matteo In­grosso tra gli uomini.

“En­trambe le formazioni – prosegue l’olim­pionico di Sid­ney 2000 in­sieme a Mauri­zio Pimpo­ni – inseguono il più nobile degli obiettivi e proprio in questi giorni danno il via alla più grande e bel­la sfi­da che uno sportivo possa intraprendere. Es­se­re il loro coach è un ono­re”.

Ma questo non sarà l’ uni­­co impegno dell’attuale stagione agonistica per Raffael­li. “So­no il direttore tecnico e allenatore, insieme a James Mar­tins, della 4 Vele – Beach volley academy di Luigi Al­fieri a Pe­scara, che da anni sfodera giovani talenti e dove tor­no dopo un anno di assenza ‘forzata’, ma an­che del­la Andrea Raffaelli – Gran Team Acade­­my Giu­lia­no­va di Ales­sandro Mon­te­se, dove aleggia un grandissimo entusiasmo in­sieme a tanta passione e competenza e della King of the bea­ch, Scuola di beach volley a Ci­vitanova di un al­tro sambenedettese Fulvio Taf­foni, dove lo storico torneo del quale sono stato un pioniere, diventa accademia. Grazie a Davide, Si­mone, Francesco, Ales­san­­dro, Ma­rianna, Um­berto, Dylan, Lu­cio, Chri­stian, Se­ba­stiano e Saman­tha ho la fortuna di es­sere affiancato in tutte le realtà da un pool di istruttori tecnicamente ma soprattutto u­mana­mente molto valido con i qua­li collaboro e condivido i tantissimi momenti dell’estate. Altre prospettive stanno ma­turando e nuo­ve realtà si potrebbero affiancare a quella che è la mia vita e da sempre la mia passione – conclude Raffaelli – tante so­no le collaborazioni con allenatori italiani e stranieri e con i diversi eventi dell’estate. Non mi resta altro quindi che buttare tutto me stesso nella GranTeam Academy e in questa ennesima avventura”.

Pubblicato sotto: Sport