“Il cinema all’aperto torni alla Villa comunale”


villa_comunale_roseto

Riceviamo e pubblichiamo questa riflessione che ci ha inviato una “turista affezionata di Roma”

“Sono una turista pluriennale di Roseto degli Abruzzi e ho a cuore di esprimere una riflessione personale circa l’offerta turistica di questa estate 2015. Preciso che la mia opinione è simile a quella di tanti altri turisti, ma anche di residenti, che ho il piacere di conoscere qui a Roseto.

Ho notato innanzitutto con molto dispiacere che l’arena estiva quest’anno è stata assente dal calendario eventi; mi riferisco al cinema all’aperto alla villa comunale, gestito da anni dal Multisala Odeon. Per una cittadina di mare come Roseto rappresenta una grande perdita. Il cinema in villa ha sempre raccolto molte adesioni, allietando le serate estive di bambini, ragazzi, adulti e meno giovani. Il cinema sotto le stelle rappresenta da sempre una preziosa tradizione estiva, luogo di aggregazione e di scambio per tutte le età. Anche a Roma dove vivo, si è compreso bene l’importanza di tale iniziativa e ogni Municipio ha la propria arena. Perfino la facoltà di ingegneria dell’Università “La Sapienza”, ubicata nella meravigliosa cornice di San Pietro in Vincoli, ha trasformato il proprio cortile in un cinema all’aperto riscuotendo molto successo. E a Roseto quali alternative vengono proposte ai turisti per passare piacevolmente una serata? Sagre a parte, che comunque non interessano il comune di Roseto, cosa c’è? Non ci sono state le consuete fiere sul lungomare, nè gli artisti di strada oppure la notte bianca, perfino le bancarelle dei prodotti tipici sono scomparse. Il lungomare, così come la piazza del comune o quella della stazione sono deserte di iniziative di qualsiasi genere. Solo il lunedì sera c’è un mercatino nella piazza della stazione. Troppo poco per attirare quei turisti che hanno voglia di fermarsi qualche giorno in più a Roseto.

Il calendario delle iniziative di quest’anno è stato a mio avviso piuttosto povero e poco accattivante. Addirittura la Proloco nella piazza antistante la stazione sembra in stato di graduale abbandono, dovrebbe essere invece un utile punto di riferimento per molti turisti come accade in tante altre cittadine con i loro Punti Info. Mi ricordo in proposito le bellissime iniziative della “Gita con la Provincia” organizzate alcuni anni fa; tante persone hanno avuto modo di apprezzare così il territorio del teramano dal punto d vista artistico culturale ed enogastronomico. Un territorio forse meno conosciuto rispetto a quello di altre province come l’Aquila, ma proprio per questo bisognoso di promozione turistica affinchè tutti possano amarlo come merita e tornare a visitarlo. Chiedere una quota di partecipazione più alta ai turisti ma offrire comunque un prodotto di qualità e soddisfacente, potrebbe essere un modo per ripartire.

Alba Adriatica, Pineto organizzano ad esempio il Carnevale estivo, Roseto non potrebbe farlo? Ricordo che un anno ci fu un esperimento del genere, poi però nulla più. Non mi piace fare confronti, ma a volte sono necessari per migliorare e rivedere ciò che non funziona.

Invece ho potuto leggere con vero piacere che la bella e interessantissima iniziativa “Roseto Opera Prima” prosegue ogni anno nel periodo di luglio, nonostante la direzione artistica non sia più dell’apprezzato Tonino Valeri. Purtroppo in quei giorni non riesco a venire stabilmente a Roseto ma ho avuto modo di partecipare a qualche serata lo scorso anno. Una nota stonata: le proiezioni nella piazza del Comune. Torniamo alla villa comunale, più raccolta, elegante e di atmosfera, quella necessaria ad un certo tipi di eventi che devono differenziarsi dalla sagre paesane in piazza. Chi si alza, chi se ne va, i passanti incuriositi che disturbano la visione ecc.. No, non va bene. Apprezzo la gratuità della manifestazione, ma chi è interessato all’evento è disposto a pagare un modico biglietto d’ingresso per usufruire di un prodotto di maggiore qualità organizzativa ( proprio come accadeva negli anni precedenti con l’arena al completo).

Mi auguro che questi pareri possano stimolare, senza pretese, utili riflessioni su cosa cerca un turista qui a Roseto. Roseto è una cittadina graziosissima che merita di essere valorizzata e sostenuta, bisogna impegnarsi in tale direzione”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *