Domenico, centauro da 40 anni


Domenico D'Ercole motociclista

Domenico D’Ercole (nella foto) di Scer­ne è un incallito centauro che da oltre 40 anni è sempre alla scoperta di nuo­vi paesi in sella alla sua moto. Il suo primo viaggio in Grecia con una Lambretta 125DL Macchia nera, regalatagli dal padre.

E’ passato poi alla Moto Guzzi, Honda e infine Harley Davidson. Dei suoi viaggi quello che ricorda con maggiore emozione è l’Africa. La preparazione per affrontare il deserto è stata lunga, circa sei mesi. Tante le difficoltà per resistere al ghibli, il vento caldo e umido che ha messo a dura prova i centauri. Per i viaggi in moto il bagaglio è ciò che indossi.

Dopo tante mete e belle esperienze però una brutta caduta ha causato la frattura della tibia e del perone. L’impossibilità di tornare in sella, l’ha costretto ad ef­fettuare il viaggio successivo, a bordo di una jeep, accompagnato questa volta dalla figlia Lidia. “Nel tragitto Tri­poli-Ghadames, siamo stati scortati dai militari libici. E lì è successo un fatto curioso”. Domenico parlando dialetto scernese è stato compreso da un militare libico. Il ragazzo aveva riconosciuto il dialetto della madre di Taranta Peli­gna. Con il figlio Nello, Do­menico condivide la passione per il moto cross.

Due an­ni fa insieme hanno costruito una pista in un terreno di proprietà, dove si allenano an­che i crossisti delle competizioni regionali. Domenico è uno dei 60 componenti del Pescara Chapter, gruppo composto da persone di va­rie fasce d’età, tutti con la pas­sione per la Harley Da­vidson. E’ stato dichiarato il “vecchio e il saggio” del gruppo come è riportato an­che su una targa che gli è sta­ta donata.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *