Ortona: “Salviamo l’Istituto Tostiano”


Istituto Tostiano di Ortona

Istituto nazionale tostiano in “bolletta”, il consigliere comunale di Forza Ortona, Giulio Napoleone chiede al sindaco Enzo D’Ottavio un consiglio straordinario per cercare di salvare il prestigioso ente culturale con se­de in città e conosciuto in tut­to il mondo.

“La crisi dell’ente in onore del famoso compositore locale Fran­ce­sco Paolo Tosti si è sentita soprattutto dopo la scomparsa dei due cofondatori, prima il compianto ragionier Caraceni e dopo l’indi­men­ticabile professor Fran­cesco Sanvitale” ricorda in una missiva il consigliere Napoleone che aggi­un­ge: “Non conosco nel dettaglio le condizioni economiche dell’ente, ma immagino che ormai, col venir me­no o con la drastica riduzione dei contributi istituzionali siano abbastanza preoccupanti. Ritengo quindi doveroso che il nostro consesso civico se ne occupi direttamente e al più presto prima che la situazioni diventi irrecuperabile. La città non può permettersi di far scomparire, tra l’indifferenza generale, il prestigioso lascito culturale e patrimoniale dei suoi fondatori che ha reso noto il nome di Ortona nel mon­do”.

La proposta del membro della minoranza è quella di una “seduta consiliare nella quale venga invitato il presidente del Tostiano che illustrerà in maniera appro­fondita e dettagliata le condizioni economiche, di ge­stione scientifica, artistica e programmatica dell’istituto, indicando come il Cda dell’ ente possa uscire dalle difficoltà, ammesso che ciò sia possibile”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *