Senza il Chieti Film Festival


Supercinema Chieti

Chieti perde un’altra ma­ni­festazione culturale. Spa­ri­sce in silenzio, infatti, il Chie­ti Film Festival, la kermesse cinematografica de­di­cata, dal patron Edoardo Ti­boni, a quelle pellicole che partivano dai grandi ro­mani.

La XXV edizione che doveva tenersi proprio in questo periodo al Superci­ne­ma è stata cancellata con le proiezioni dei film d’au­tore finite a Pescara. La colpa, a quanto si è capito, è di natura tecnica. La sala cinematografica, infatti, non sarebbe dotata di uno strumento indispensabile per la lettura e la proiezione di alcuni tipi di pellicole, tra cui proprio quelle d’autore.

Un problema che si somma ai tanti del Supercinema. E dire che sa­rebbe servite so­lo poche mi­gliaia di euro per rimettere a posto la strut­tura. E in­vece nulla. Il sipario cala dunque anche sul Chieti Film Festi­val, dopo che questa estate era calato anche sul Chieti Bu­skers Festival, la kermesse degli artisti di strada. E mentre l’assessore alle Ma­nifestazioni Antonio Viola si è subito affrettato a spiegare che i lavori di adeguamento del Supercinema non sono partiti a causa del Pat­to di stabilità, il Pd, con il ca­po­gruppo Chiara Zap­pal­orto, ha subito puntato il dito contro l’incapacità am­mini­stra­tiva della giunta Di Pri­mio.