Screening oncologico: incontro informativo a Montesilvano con poche adesioni


Incontro sulla prevenzione - screening oncologico

Partecipazione scarsa per l’incontro informativo dedicato agli screening oncologici, tenutosi martedì 24 novembre nella sala consiliare del comune di Montesilvano. Organizzato dall’assessore alla sanità Maria Rosaria Parlione, in collaborazione con l’unità di screening oncologici della Asl di Pescara, l’appuntamento si è rivelato l’occasione per chiarire e promuovere il concetto di prevenzione delle patologie tumorali.

Incontro screening oncologico
Da sinistra: la dottoressa Viola Arcuri, l’assessore alla sanità di Montesilvano Maria Rosaria Parlione, la dottoressa Maria Carmela Minna e la dottoressa Fernanda Cappola

Nel 2012, sono state fatte 350mila nuove diagnosi di tumore maligno, mille al giorno” ha dichiarato la responsabile dell’unità, la dottoressa Maria Carmela Minna, curatrice dell’intervento. “Il tumore più comune? Quello al colon retto, con oltre 50mila diagnosi, seguito dal tumore della mammella con circa 46mila nuovi casi. Sappiamo però che l”80% dei tumori può essere prevenuto, cambiando stile di vita e debellando l’agente infettivo con antibiotici e vaccini“.

Il primo passo per prevenire le patologie tumorali consiste nello screening, ossia un programma organizzato rivolto alla popolazione sana di determinate fasce di età. Esso è gratuito e non necessita di impegnative o prenotazioni al Cup di competenza. Per quanto riguarda il tumore al colon retto, il primo livello di screening consiste in un semplice test che rivela la presenza di sangue occulto nelle feci. L’esame è rivolto alla popolazione tra i 50 e i 69 anni e va eseguito ogni due anni. Per prevenire il tumore alla mammella, invece, le donne tra i 50 e i 69 anni sono invitate dalla Asl a eseguire una mammografia ogni due anni. Un ampio studio pubblicato sul Journal of Medical Screening ha mostrato che la mortalità si riduce del 25% per le donne che si sottopongono allo screening.

Non solo gli over 50 possono pensare alla prevenzione: per le ragazze tra i 25 e i 29 anni è disponibile il Pap test da fare ogni tre anni per individuare il tumore alla cervice uterina. Questo tipo di patologia colpisce unicamente chi ha contratto il virus HPV con un’infezione persistente, diagnosticabile con un esame che è possibile richiedere dai 25 ai 64 anni. Il virus HPV, comunemente chiamato papilloma, si contrae tramite contatto e rapporti sessuali.

Incontro screening oncologico
La consegna delle provette per il test

A fine incontro, sono state consegnate delle provette per il primo test di screening per il tumore al colon retto per tutti i partecipanti. La dottoressa Minna ha ricordato che a tutta la popolazione interessata residente in provincia di Pescara è stato inviato un invito allo screening oncologico, ma che purtroppo le adesioni, soprattutto su Montesilvano, sono state molto poche.

Chiunque fosse interessato può contattare l’unità di screening al numero 085/425393 o all’indirizzo mail screeningoncologici@ausl.pe.it.

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *