Torna a Lanciano la rassegna Punti di Vista


Cinema Maestoso

Giunge alla sua decima edizione Punti di Vista, la rassegna cinematografica promossa con successo dall’ associazione “I soliti ignoti” in collaborazione con il Ciakcity di Lanciano. Due le programmazioni previste, ogni lunedì alle 18,15 e alle 21,15, a partire da oggi, lunedi 22 febbraio, con il seguente calendario: “The Lobster” del regista greco Yorgos Lanthimos, “Perfect day” di Fernando Leon de Aranoa, “Il figlio di Saul” di Làszlò Nemes, “Ti guardo” di Lorenzo Vigas, “Quel fantastico peggior anno della mia vita” di Alfonso Gomez-Rejon, “Remember” di Atom Egoyan, per concludere “Dio esiste e vive a Bruxelles” di Jaco Van Dormael”.

Un viaggio forte ed appassionante attraverso un universo emotivo e simbolico sconfinato: il dolore e gli odii maturati in guerra, un crudele lutto subìto da un padre in un campo di concentramento nazista, gli incontri inaspettati che cambiano inevitabilmente vite già consolidate, il vano tentativo di un adolescente di evitare relazioni amicali profonde, una vendetta di due anziani ebrei rimasta incompiuta, una favola sul potere di un Dio padre capriccioso e maligno. A proposito della scelta dei film e del fil rouge che li unisce tutti, Mirko di Nella, uno degli organizzatori della manifestazione, ha sottolineato “il senso è dettato dallo sguardo odierno sul cinema mondiale, sugli autori che sono premiati, ma invisibili nelle programmazioni classiche dei multisala attuali. La migliore produzione mondiale e i film premiati nei festival di tutto il globo (abbiamo il Leone d’oro di Venezia, il grand prix della giuria a Cannes, il vincitore del Sundance Festival, il film del vincitore della Coppa Volpi a Venezia, etc..), sono film penalizzati dalla grande distribuzione e difficili da vedere soprattutto nella nostra zona. Il cinema d’autore dunque contro il cinema d’intrattenimento. Una risacca o avamposto di resistenza di cinema come arte contro il cinema spettacolo degli Studios. Le storie raccontate in questi film possono essere l’occasione per conoscere ciò che appare estraneo e lontano da noi o, magari, per riconoscerle e condividerle”.

Costo del biglietto 5,50 euro che scende a 4 euro in abbonamento per il quale è possibile beneficiare del bonus scuole per gli insegnanti.