Kiwanis One day, sabato 2 aprile a Pescara


Presentazione Kiwanis One Day

Proseguono gli appuntamenti con la solidarietà che da sempre contraddistingue l’operato del Club Kiwanis Pescara Aternum. Si chiama “Kiwanis One day”, la giornata di volontariato dei membri del club Kiwanis dedicata ad attività di servizio verso la comunità che si terrà sarà sabato 2 aprile. Un appuntamento patrocinato dalla presidenza del Consiglio comunale, che coinvolge direttamente i kiwaniani, presentato oggi in conferenza stampa  dal presidente del Consiglio Comunale Antonio Blasioli, Pino Gatto, Presidente Kiwanis Pescara Aternum, Ariberto Di Felice, Luogotenente Governatore XI Divisione Abruzzo-Puglia,  Miki Lepore Chairman One Day 2106 XI Divisione. Nel quadro di questa iniziativa internazionale, nell’ambito della XI Divisione Abruzzo-Puglia, il Kiwanis Club Pescara Aternum ha individuato nella riqualificazione manutentiva del gazebo sito nei giardini di Piazza Duca degli Abruzzi in Pescara l’oggetto della sua attività di service per il One day di quest’anno.

“Si tratta di un’iniziativa di cui la città godrà subito i frutti – commenta il presidente del Consiglio Antonio Blasioli – perché come presidenza del Consiglio abbiamo dato il giusto patrocinio ad un evento che farà una giornata di service, dando l’esempio a molti cittadini. One Day è un evento bello e interessante come partecipazione attiva di un’associazione qual è Kiwanis alle opere pubbliche della nostra città. In Consiglio presto presenteremo un regolamento per la partecipazione dei cittadini alla vita della città, ci auguriamo che l’esempio di chi un giorno si dedica ad una piccola parte di città serva per tutti i cittadini a fare in modo che in ogni momento della propria giornata percepiscano il luogo in cui vivono e lavorano come cosa propria e condivisa con tutta la comunità e si attivino di conseguenza per rispettarla e tutelarla. Dalle 9 di sabato troveremo tutti i kiwaniani in piazza Duca dove un gazebo merita di essere riportato alla dignità. Un gesto che merita il nostro apprezzamento”.

“Il Kiwanis esiste già da oltre vent’anni – aggiunge il presidente del Club Pescara Aternum Pino Gatto – il Pescara Aternum è nato nel 2011, onora come tutti gli altri club il primo sabato di aprile, giorno in cui scendiamo in campo in maniera diretta non con raccolte fondi, ma con attività diretta. Abbiamo scelto il gazebo di Piazza Duca perché vogliamo riportarlo a nuova vita attraverso una pulizia e un piccolo restauro. Per molti anni ci siamo occupati di verde e siamo lieti di averlo fatto a Pescara”.

Kiwanis Club
Kiwanis Club

“Il club è nato a Pescara vent’anni fa – dice Ettore Pellecchia, fondatore del Pescara  Aternum – Il Kiwanis ha compiuto 100 anni l’anno scorso, come tema principale l’infanzia e la tutela dell’infanzia e oggi non dimentichiamo il benessere della collettività. Operiamo per quello e sabato gli aderenti si rimboccano le maniche per agire senza troppe formalità, facendo sì che la città migliori, dando un esempio concreto. L’invito è al rispetto: non sporcandola, facendo la propria parte e non aspettando che dall’alto arrivi un’azione è una via per muovere iniziative. Quello di sabato non è che un ulteriore esempio di attenzione, con il verde lanciammo un appello che per diversi anni è diventata la nostra vocazione estesa alle scuole cittadine e provinciali. Lo facciamo convinti che il cittadino è il depositario delle iniziative”.

“Ci sono service internazionali e locali– dice Miki Lepore, Chairman dell’One Day di sabato a Pescara – che operano tutti cercando di perseguire una giusta causa. Lo facciamo con delle raccolte fondi e con campagne di vario genere. Ma il primo sabato di aprile non si raccolgono fondi, si fa un’azione pratica sul territorio, negli spazi verdi, ci si prodiga per gli arredi pubblici e in questo giorno che tutte le ore di volontariato si stima abbiano un valore di 17 milioni di dollari sono rivolte al territorio di appartenenza. Il gazebo di Piazza Duca verrà ripulito e riverniciato in orizzontale e verticale, si spera che questo segnale arrivi alla città anche come monito ad avere cura dell’ambiente e di tutto ciò che ne fa parte. Un segnale civico e la riconferma del servizio che ci contraddistingue come club, volto ai bambini, ampliato ora a tutte le utenze deboli, con il nostro gesto vogliamo coinvolgere tutti in un’azione che ci auguriamo possa rimanere”.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *