Canistro, la forestale sequestra fucili e munizioni


Corpo forestale dello Stato

Il personale della Stazione forestale di Civitella Roveto (Aquila), durante un controllo del territorio per contrastare il problema della caccia di frodo, ha fermato un fuoristrada Suzuki, guidato da C.E. di Avezzano, con all’interno una carcassa di cinghiale.

I forestali hanno sequestrato l’animale, cacciato in periodo non consentito, unitamente alle armi e alle munizioni detenute per “uso caccia” da C.E., come previsto dalla norma vigente. Alla Questura e alla Prefettura dell’Aquila, è stata richiesta la revoca della licenza di caccia e il divieto di detenzione armi per il bracconiere.

Nell’ambito del controllo del territorio, il Corpo Forestale dello Stato utilizza notevoli risorse per arginare la caccia di frodo che depaupera il patrimonio faunistico della nostra terra ed alimenta filiere della vendita di carni non sottoposte ai dovuti controlli sanitari.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *