Deteneva materiale pedopornografico, agli arresti 49enne teramano


Polizia, arresto

Lo hanno arrestato stamani nella propria abitazione in flagranza di reato per detenzione di materiale pedopornografico. Sono scattate così le manette per un 49enne, della provincia teramana, disoccupato, celibe e convivente con l’anziana madre. La polizia postale e delle comunicazioni di Pescara ha anche rinvenuto un’ingente quantità di materiale pedopornografico, memorie di diversi notebook e hard-disk da lui utilizzati. Durante la perquisizione sono stati recuperati oltre 150 immagini e 900 video che ritraevano minori abusati o in atteggiamenti pornografici, con numerose vittime di età stimata tra i quattro e i dodici anni. Gli agenti di polizia hanno dovuto fare irruzione nell’appartamento con la massima rapidità e determinazione, in quanto l’uomo deteneva legalmente diverse armi e, negli ultimi tempi, prestava la massima attenzione nel consentire l’ingresso di persone estranee all’interno della propria abitazione.

Dall’analisi del materiale informatico la polizia postale è riuscita ad acquisire elementi inerenti a scambi di foto e video su minori coinvolti in attività sessuali attraverso alcuni social network. Purtroppo la diffusione di internet ed il proliferare di programmi informatici che permettono il “file Sharing”, ossia lo scambio di file tra utenti connessi tra loro mediante appositi server e più recentemente dei social network, ha amplificato il fenomeno della diffusione di materiale pedopornografico.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *