Imprenditoria, tavola rotonda a Rocca San Giovanni


Cantina Frentana

Una tavola rotonda sul tema “Cooperatore ed imprenditore: testimonianze di successo”: sono tante le professionalità riunite da Cantina Frentana, a Rocca San Giovanni, che animeranno, domani, martedì 19 aprile alle 18,  l’incontro rivolto soprattutto ai soci della cantina che riunisce oltre 400 conferitori, e pensato nell’ambito delle attività di formazione interna avviate da qualche tempo. Studiosi di economia, esperti in tema di agricoltura e produzioni enologiche, operatori del settore alla guida di grandi cantine italiane che hanno saputo costruire realtà che oggi fanno scuola saranno i protagonisti del meeting aperto  a tutti.

“Nella cooperazione vitivinicola – ha spiegato il presidente di Cantina Frentana Carlo Romanelli – ogni cooperatore è un imprenditore e, come tutti gli imprenditori aspira al successo, alla crescita, realizza investimenti, si assume rischi, ma diversamente da altri imprenditori la sua responsabilità investe due imprese invece che una soltanto: il successo o l’insuccesso della sua azienda e quello della cooperativa sono infatti legate a doppio filo. Come ottenere e consolidare, il successo dell’una e dell’altra? A questi interrogativi cercheremo di rispondere insieme ad illustri ospiti e grazie al contributo di tutti i nostri soci”.

Ad aprire la tavola rotonda, interverrà Denis Pantini, wine monitor di Nomisma, economista ed esperto di sviluppo agroalimentare, in particolare per il settore vitivinicolo, con una interessante relazione dal titolo “Il mercato del vino: gli scenari generali, il vino abruzzese, la cooperazione, le prospettive e le opportunità”. Seguiranno le testimonianze di Bruno Trentini, enologo e direttore generale della Cantina di Soave (Verona) ed Anna Bracco, direttrice della Cantina Clavesana (Cuneo). La conclusioni saranno affidate all’osservazione attenta di Giuseppe Mauro, docente di politica economica all’università D’Annunzio Chieti-Pescara. Modera Maurizio Gily, agronomo e giornalista.

Ingresso libero.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *