Il 4 giugno convegno Sete di giustizia e voglia di democrazia


Convegno Pescara Sete di Giustizia

Domani, sabato 4 giugno a Pescara, si terrà il convegno La sete di giustizia e la voglia di democrazia.

L’evento avrà luogo dalle ore 11 presso l’Aula Magna del Liceo Classico D’Annunzio e vedrà la partecipazione del presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, del sottosegretario alla Giustizia Federica Chiavaroli, del vice presidente del Consiglio Superiore della Magistratura Giovanni Legnini insieme al primo presidente della Corte di Cassazione Giovanni Canzio, al sindaco Marco Alessandrini e al rettore dell’Ateneo di Teramo Luciano D’Amico.

Alessandrini sottolinea la rilevanza dell’evento: “Ho cercato quest’incontro e l’ho costruito con due speciali relatori  quali il Vice Presidente del Csm Legnini e il primo presidente della Cassazione Canzio, perché i ragazzi e la comunità potessero avere risposte competenti e attuali circa la crescente sete di giustizia e democrazia che questi tempi alimentano in ognuno di noi. A fronte di una debolezza dei sistemi di governance – continua il Sindaco – si è assistito nell’ultimo decennio al diffondersi della rivoluzione digitale, che ha contribuito a plasmare una nuova cultura con differenti forme e modalità di relazione sociale. In questa nuova realtà virtuale, la sete di giustizia rischia di trovare come unico palcoscenico quello offerto dai social network, con tutti gli evidenti pericoli di distorsione che questo sentimento può subire, rischiando di trasformarsi in violenza, odio e risentimento, portando le persone ad assumere atteggiamenti inconciliabili con le istanze di cui si fanno portatrici e scatenando reazioni più violente dei comportamenti che si vorrebbero censurare”.

Il convegno sarà teatro di un confronto aperto in cui il primo cittadino della città di Pescara sarà portatore dell’esperienza vissuta da interlocutore democratico, per condividerla e confrontarla con quella di chi vorrà raccontare il proprio bisogno di giustizia e la propria percezione, in modo da avere risposte inedite sui processi relativi al mondo della giustizia e dell’applicazione delle leggi.