Massimo Oddo: “Fondamentale vincere in casa”


massimo oddo

Sale la febbre in città per la finale di andata Pescara – Trapani dei play off di serie B. Saranno 20.000 i sostenitori biancazzurri che questa sera cercheranno di spingere gli uomini di Oddo, alla conquista di una vittoria contro il Trapani di Cosmi.

Il pubblico dovrà rappresentare il classico dodicesimo uomo in campo in una sfida che non si preannuncia facile. In casa Pescara, sono tutti a disposizione compreso Memushaj che è rientrato ieri mattina dal ritiro della nazionale albanese e dunque, salvo sorprese, sarà della partita.

Mister Oddo, in occasione della conferenza stampa pre gara durante la diretta di Rete 8 sport ha dichiarato: “È una finale nella quale si affrontano le migliori dopo Cagliari e Crotone come certificato dalla classifica di fine campionato. Dobbiamo ribaltare il vantaggio che ha il Trapani di poter giocare la seconda in casa. La mancata conquista del terzo posto non brucia affatto perché non c’è la prova contraria. Siamo comunque arrivati in finale. Il Trapani ha una sua precisa identità. Ha fatto un girone di ritorno. Conta meno di zero che abbiamo più qualità. Ognuno ha la sua filosofia di gioco. Ciò che conta è vincere. Il Trapani gioca e gioca pure bene. Le motivazioni sono altissime per entrambe le squadre. L’undici di Cosmi si difende bene ed è letale in contropiede. Il Trapani non è solo Petkovic. Mi conoscete. Sapete che non la penso così. Un giocatore può rivelarsi determinante se funziona il collettivo. Penso di battere il rivale attraverso il gioco. Dopo la batosta dello scorso anno non era facile ripetersi e migliorarsi. La serie A? Il minimo che possiamo fare. Sono convinto che i ragazzi faranno due grandi partite. Non ci adatteremo all’avversario. Se Petkovic è in dubbio, spero che giochi perché significa che non sta bene. Di certo, nella seconda parte della stagione ha fatto la differenza”.

Sono tutti a disposizione di Cosmi, per quanto concerne il Trapani e molto probabilmente Cosmi schiererà la stessa formazione che ha battuto lo Spezia, pochi giorni fa.

Durante la conferenza stampa del pre gara Cosmi, ha voluto un po’ pungere l’ambiente dichiarando: Sembra che sia una partita tra una squadra che gioca il calcio totale e un’altra che gioca solo ad aspettare – dichiara il tecnico umbro -. Si cerca di contrapporre le idee di un calcio propositivo con quello speculativo. Siccome a me non piace quando i giornalisti fanno brutte figure, vorrei ricordare che il nostro calcio non totale ha il terzo attacco del campionato, ha i difensori che hanno segnato più gol e che, nel girone di ritorno, ha il miglior attacco e la miglior difesa. Le caratteristiche sono diverse. Se il Barcellona non avesse Messi e Neymar, quel tiki-taka avrebbe l’effetto di una pasticca di Tavor”.
Ed, ora parla dei singoli: “Petkovic si è allenato oggi, domattina valuteremo nella rifinitura – dice Cosmi – Sta molto meglio dell’ultima volta, è nelle condizioni di quando siamo andati a giocare a La Spezia“.  E Citro: “Fa solo un lavoro leggero di rifinitura a causa della pubalgia, per non appesantirsi troppo”.

Cosmi parla della squadra: “Ad oggi il grande merito di questa squadra è quello di non essersi accontentata dopo aver spostato gli obiettivi. Ma il 9 giugno, al di là delle chiacchiere, ci saranno una squadra che andrà in Serie A e una delusa.
Poniamoci di fronte ad una partita che vale 25-30 milioni, stando sul concreto –
spiega Cosmi -. Partendo da questa considerazione, capiamo l’importanza della partita. Il traguardo è vicino per entrambe le squadre, ma credo che nessuna come noi possa avere la motivazione più grande per poterlo tagliare. Per quanto il Pescara possa impegnarsi alla morte, non avrà mai le nostre motivazioni. È la storia del nostro campionato: il Pescara conosce già la serie A e il Trapani vorrebbe conoscerla. Sentiamo dentro cosa significherebbe arrivarci, per noi è troppo più grande rispetto a cosa possano sentire gli altri”. Motivazioni tali da non far pensare a squalifiche e diffide: “Andremo in campo senza pensarci”.

In occasione della partita casalinga del Pescara, il sindaco ha emanato un’ordinanza: si ricorda dunque ai tifosi di non parcheggiare le macchine nelle zone adiacenti lo stadio vale a dire: “ via Pepe ambo i lati, da viale Marconi a via D’Avalos, viale Marconi, parcheggio prospicente il circolo tennis, via Elettra ambo i lati, via D’Avalos ambo i lati, da via Pepe a via della Pineta, via Riccitelli, ambo i lati, da via della Pineta a via Elettra; via della Pineta e viale D’Annunzio (per il tratto compreso tra l’incrocio via D’Avalos e l’intersezione con via Scarfoglio)”.

Le finali play off della serie B ConTe.it come sempre prevedono una spettacolarizzazione del cerimoniale pre partita a cura della Lega B, in collaborazione con i due club finalisti e col supporto di AlphaOmega. Dopo l’ingresso di 22 ragazzi con le maglie dei club della serie B ConTe.it 2015/16, che alzeranno e sventoleranno il telo di centrocampo con il logo del Campionato e dopo l’apertura delle bandiere dei club finalisti, saranno lette le formazioni: 22 giovani con le divise delle due squadre si posizioneranno nel ruolo del giocatore a cui corrisponde il loro stendardo che spiegheranno alla lettura del nome da parte dello speaker. Quindi l’ingresso delle due squadre a lato delle quali, dopo lo schieramento a centrocampo, saranno posizionate le bandiere italiane e quelle che richiamano il valore del rispetto, progetto fair play dell’Uefa al quale la Lega B aderisce da sempre. Il cerimoniale termina con l’inno nazionale che a Pescara sarà interpretato, come l’anno scorso a Bologna nella finale di ritorno, dal Piccolo Coro dell’Antoniano. Sarà Luca Pairetto di Nichelino l’arbitro della finale play off di domenica che vedrà di fronte Pescara e Trapani. Sarà coadiuvato dai guardalinee Stefano Del Giovane di Albano Laziale e Alessio Tolfo di Pordenone, mentre gli addizionali saranno Fabrizio Pasqua di Tivoli e Luigi Nasca di Bari. Il quarto uomo invece sarà Matteo Bottegoni di Terni. Questa mattina rifinitura alle 11 a piazza Salotto per il Pescara.

 

 

 

 

 

Pubblicato sotto: Sport