Genoa – Pescara, un punto d’oro


genoa-pescara

Per la seconda volta consecutiva il Pescara, con una doppia superiorità numerica, non riesce ad andare oltre l’1-1 in casa del Genoa. Le reti tutte nella ripresa: al 47’ sblocca il risultato il Genoa con Simeone, poi ci pensa Manaj all’85’ a riequilibrare le sorti del match.

Mister Juric, nella sfida contro il Pescara deve fare a meno di Pavoletti infortunato e Veloso squalificato; conferma il suo modulo collaudato vale a dire il 3-4-3 con Perin tra i pali, difesa a tre composta da Gentiletti, Burdisso e Izzo; la linea di centrocampo è formata da Rincon e Ntcham sono i mediani, mentre Laxalt e Edenilson sugli esterni. L’attacco dei grifoni è guidato dal trio Rigoni, Simeone e Ocampos.

In casa Pescara, diverse le novità, Oddo deve rinunciare a Coda, Gyomber, Bahebeck e Pepe. Stravolge il suo normale e consueto assetto tattico affidandosi ad un 3-5-2 con Bizzarri tra i pali, difesa a tre composta da Biraghi, Fornasier e Campagnaro; centrocampo a cinque con Crescenzi e Zampano esterni, Benalì, Brugman e Memushaj sono sulla linea mediana con Caprari e Mitrita a guidare l’attacco pescarese.

Parte subito il Pescara che al 7’ ci prova con Caprari che dai 25 metri sfiora il palo; quattro minuti dopo arriva la risposta genoana con Bizzarri che compie un miracolo che di istinto salva sulla linea di porta evitando il vantaggio dei grifoni.,

Il Genoa attacca e al 14’ ci prova Ocampos, ma il tiro termina sopra la traversa; due minuti dopo si fa vedere il Pescara con Caprari, ma Perin è bravo a deviare in corner. Sugli sviluppi dello stesso corner spicca Memushaj con un colpo di testa ma Perin para. Al 20’ del primo tempo il Genoa è costretto ad operare la prima sostituzione per l’infortunio occorso a Ocampos, al suo posto subentra Gapkè. Ad inizio ripresa Juric effettua un cambio Pandev prende il posto di Ntcham, che al primo affondo trova il vantaggio con Simeone che raccoglie un perfetto assist di Rincon.

Al 28’ del secondo tempo la prima espulsione dei rossoblu Edenilson ammonito già una volta viene espulso dall’arbitro Irrati di Pistoia; Juric manda in campo Munoz al posto di Simeone. Il Pescara è alla ricerca del gol e così Oddo manda in campo anche Manaj al posto di Memushaj. Al 33’ ci prova con un tiro violento di Benali. Dopo circa un minuto avviene la seconda espulsione: a farne le spese è Pandev, espulso per proteste.  Al 38’ il Genoa si divora la rete del 2-0 con Laxalt che fallisce il contropiede; un minuto dopo arriva il pareggio del Pescara, perfetto assist di Zampano, interviene Manaj che di piatto mette alle spalle di Perin. Nel finale di partita il Pescara, sfiora il raddoppio sempre con Zampano che di testa manda la sfera a lato. La partita finisce con il Pescara che riporta a casa un punto prezioso in attesa della prima vittoria in campionato; sabato arriva il Chievo.

Commenti finali

Rammarico e rabbia in casa rossoblu, per la vittoria sfumata contro il Pescara, Ivan Juric commenta così ai microfoni di Sky, la partita: “E’ inutile commentare l’arbitraggio, gli errori ci stanno, li abbiamo fatti anche noi ed è normale. Simeone? In area è molto bravo, è veloce nell’esecuzione, era andato vicino al gol già contro al Napoli. Deve comunque migliorare tanto nella gestione della palla e in tanti altri aspetti. Espulsioni? Se Pandev ha detto qualcosa di cattivo all’arbitro è giusto che venga espulso. Il secondo fallo di Edenilson invece a mio avviso era poca roba”.

Soddisfazione in casa Pescara, per il pareggio conquistato in trasferta sul campo del Genoa; così il tecnico Massimo Oddo, ai microfoni di Sky Sport al termine della partita: “È stata una bella partita a scacchi: temevamo il loro gioco fisico e noi abbiamo cambiato qualcosina per arginarli. Ne è uscito un gran primo tempo a livello di contenimento, i miei ragazzi sono stati strepitosi. Però non si può subire gol un minuto dopo essere rientrati in campo, bisogna migliorare. E anche nelle ripartenze bisogna essere più cinici. Alla fine sarebbe stato un peccato perderla, perché abbiamo giocato una buona partita”

 

GENOA (3-4-3) Perin, Andrade, Gentiletti, Izzo, Burdisso, Simeone, ( dal 30’st Munqz)  Ntcham, ( dal 1’ st Pandev)  Ocampos, (dal 19’pt Gakpè’) Rigoni, Rincon, Laxalt. A disp: Lamanna, Zima, Cofie, Gakpe’, Biraschi, Lazovic, Munqz, Pandev, Brivio, Fiamozzi, Ninkovic All. Juric

PESCARA (3-5-2) Bizzarri; Crescenzi, (dal 35’st Aquilani) Biraghi, Memushaj, ( dal 25’st Manaj) Benalì, Zampano, Campagnaro, Brugman, Caprari, Mitrita,( dal 17’st Verre) Fornasier. A disp: Fiorillo, Bruno, Cristante, Verre, Manaj, Zuparic, Aquilani, Vitturini, Pettinari, Muric. All. Massimo Oddo

Arbitro: Irrati di Pistoia

Addizionali di area: Russo – Minelli

Assistenti: Vivenzi – Del Giovane

IV uomo: Di Iorio

Reti: 1’st Simeone,

Ammoniti: Edenilson, Gakpè ( G) Zampano ( P) Edenilson ( G)  , Rigoni ( G), Manaj ( P)

Espulsi: al 29’st Edenilson per doppia ammonizione; al 33’st Pandev

Angoli: 1 Genoa, 4 Pescara

Recupero: 2’ pt, 4’ st,

 

 

Pubblicato sotto: Sport