Il Pescara esce a mani vuote da San Siro


zampano-contrastato-da-un-giocatore-del-milan

Il Pescara esce a testa alta da San Siro. Una punizione di Bonaventura regala al Milan i tre punti e si riscatta dopo la brutta sconfitta rimediata a Genova.

A San Siro, succede di tutto: pali, traverse, proteste, e goal annullati. Il Milan colpisce due pali con Niang e Bacca e reclamano un calcio di rigore. Nel Milan mister Montella deve rinunciare a diverse pedine: Bertolacci, Mati Fernandez, Antonelli, Calabria, Montolivo, Vangioni sono infortunati mentre Paletta è squalificato. Montella conferma il collaudato 4-3-3 con l’ex Lapadula in panchina. Difesa a quattro con Donnarumma tra i pali, Abate e Desciglio sono gli esterni difensivi, mentre la linea centrale è composta dal duo Romagnoli – Gomez. Linea di centrocampo a tre con Bonaventura, Locatelli e Sosa. Il tridente offensivo del Milan, è composto da: Suso e Niang sulle corsie esterne con Bacca centrale.

Il Pescara a San Siro si presenta con una formazione rimaneggiata, ancora indisponibili Verre, Bahebeck, Zuparic, e Gyomber; mentre Campagnaro è squalificato. Mister Oddo conferma il collaudato modulo 4-3-2-1 con Bizzarri in porta, Zampano e Crescenzi sono i terzini, mentre la coppia centrale difensiva è formata da Coda e Fornasier. A centrocampo Brugman in mediana con Memushaj e Aquilani esterni di centrocampo. Mitrita e Benalì sono di supporto all’unica punta Caprari.

Parte subito bene il Pescara che al 4’ mette i brividi a Donnarumma con Caprari che termina a lato di poco. Il Pescara è ben messo in campo ed il Milan fa fatica a trovare la via della rete. Al 17’ si registra la prima conclusione del Milan: Suso effettua un cross dalla destra in area per Bacca, che in spaccata non riesce a trovare il guizzo vincente.

Al 34’ il Milan spreca una ghiotta occasione con De Sciglio, ma Bizzarri compie un autentico miracolo. A due minuti dal termine del primo tempo, il Milan va vicino al vantaggio. Cross dalla destra, Niang colpisce di testa, ma il pallone si stampa sul palo.

Nella ripresa il Milan sblocca subito il risultato al 49’ con una punizione rasoterra di Bonaventura, con la palla che passa sotto la barriera e trafigge Bizzarri.

Il Pescara tenta di reagire non passa un minuto e Benalì trova il pareggio, ma il gol viene annullato per sospetto fuorigioco. La partita è viva con continui capovolgimenti di fronte. Al 51’ Bacca su assist di Niang, colpisce il palo, il capitano del Pescara, Memushaj si scontra in area con Aquilani provocando l’infortunio dell’ex romanista.

Al 62’ il portiere del Milan, compie una prodezza su un tiro a volo di Memushaj. Il Pescara reagisce e prova a pareggiare la partita, mentre il Milan vorrebbe realizzare il raddoppio. Nei minuti finali viene annullato il secondo gol questa volta a Manaj subentrato a Mitrita. Il tempo scorre nonostante i 7’ minuti di recupero il Milan tiene fino al termine della partita, anche se allo scadere Caprari mette i brividi a Donnarumma.

91’commenti finali

Il dopo Milan – Pescara ha lasciato un po’ di amaro in bocca al Pescara, il primo a giungere negli spogliatoi è stato il tecnico del Pescara, Massimo Oddo, che ha dichiarato:  “Sono convinto di fare questo gioco. Abbiamo questa filosofia e la portiamo avanti. Ce la giochiamo con tutti. Non abbiamo fisicità e quindi per questi motivi possiamo fare solo un tipo di calcio. Proseguiamo su questa strada perché è quella giusta. Ho visto un Milan in difficoltà per nostri meriti. Non vediamo le altre squadre, pensiamo solo a noi. Non posso rimproverare nulla ai miei ragazzi. Oggi abbiamo sbagliato poco e in una sola circostanza siamo stati puniti. Dobbiamo raggiungere il quartultimo posto in classifica. Mitrita ha fatto una buona partita ma deve crescere ancora molto. Per me Lapadula non è inferiore a nessuno degli attaccanti del Milan”.

Soddisfatto del risultato il tecnico del Milan, Vincenzo Montella: “Abbiamo giocato bene a tratti, ma la vittoria è meritata. Vittoria che pesa come quella sulla Juve. Bacca fuori? Scelta in funzione della squadra”.

MILAN (4-3-3) Donnarumma, Desciglio, Bonaventura, Suso, Niang, ( dal 62’ st Pasalic) Romagnoli, Gomez, Abate, Sosa, (dal 68’st Kucka) Bacca, (dal 84’st L. Adriano)  Locatelli. A disp: Gabriel, Pilzzari, Ely, Luiz Adriano, Lapadula, Honda, Poli, Zapata, Kucka, Cutrone, Pasalic.  All. Montella

PESCARA (4-3-2-1) Bizzarri, Crescenzi, Memushaj, Benalì, Zampano, Brugman, Caprari, Aquilani, (dal 56’st Cristante) Mitrita, (dal 77’st Manaj) Coda, (dal 74’st Biraghi) Fornasier. A disp: Fiorillo, Biraghi, Bruno, Cristante, Manaj, Pepe, Vitturini, Pettinari, Muric. All. Oddo

Arbitro: Doveri di Roma

Assistenti: Giallatini – Alassio

Addizionali: Russo – Nasca

IV Uomo: Manganelli

Reti: 49’st Bonaventura,

Ammoniti: Brugman ( P), Abate ( M) , Mitrita ( P)

Angoli: 5 Milan, 4 Pescara

Recupero: 1’pt , 7’st

 

 

Pubblicato sotto: Sport