Sciopero dei giudici onorari all’Aquila, adesione del 90 %


sciopero-dei-giudici-onorari

Scioperano i giudici onorari anche all’Aquila. Oltre il novanta per cento l’adesione per protestare contro una riforma della Giustizia che non piace neanche a loro.

Si tratta della riforma del ministro Orlando che, di fatto, non riconosce lo status di questa figura che invece, spesso, risolve non pochi problemi di lungaggini e tempi di attesa per la definizione dei processi. Così anche le toghe onorarie hanno incrociato le braccia da ieri e, fino al 25 novembre prossimo, hanno paralizzato l’attività del tribunale aquilano chiedendo all’Aquila come in tutta Italia: il riconoscimento dei diritti alla continuità del servizio, la tutela previdenziale e assistenziale, la protezione della maternità e della salute, garanzie di autonomia dagli uffici e di indipendenza del magistrato. Praticamente il minimo sindacale di cui però non c’è traccia nella suddetta riforma. Così giù la toga e si sciopera anche nella città capoluogo di regione e, siamo certi, i disagi per cittadini ed utenti non saranno pochi.