Sebastiani : “Pescara, ti voglio più cattivo”


Sebastiani-con-il-proprietario-della-Saquell

Questa mattina la squadra e la dirigenza al gran completo è stata ricevuta dallo sponsor Saquella caffè, presso la sede dell’azienda per far conoscere ai ragazzi i segreti della torrefazione.

All’evento ha partecipato anche il presidente del Pescara, Daniele Sebastiani che si è intrattenuto con la stampa per analizzare il momento delicato della squadra, e lo fa sdrammatizzando la situazione: “In realtà, – afferma il presidente – la situazione non mi sembra allarmante; sulla carta dopo Roma dovrebbe incominciare il campionato del Pescara. Noi dovremo vincere il nostro scudetto nel torneo a quattro squadre per la salvezza. Non penso che qualcuno del club si fosse illuso di fare un campionato diverso, sapevamo sin dall’inizio quale era il nostro percorso, ovvero una strada di sofferenza e di grande sacrificio per centrare l’obiettivo”.

Finora il Pescara ha subito cinque sconfitte di fila dimostrando una fragilità difensiva e una scarsa prolificità in zona d’attacco: “Il Pescara corre – afferma Sebastiani – non credo che sia una questione fisica. Credo che ci siano evidenti differenze tra le ultime quattro squadre di questo torneo e tutte le altre, differenze dovute solo ad un fattore economico. Nell’ultima sfida, dalla panchina della Juventus uscivano per riscaldarsi calciatori da 25 -30 milioni l’uno. L’unica cosa che dobbiamo imparare ed essere più cinici sotto porta, perché quando ci capita l’occasione dobbiamo buttarla dentro e metterci un po’ più di cattiveria agonistica. Nelle prime giornate di campionato abbiamo giocato bellissime partite (vedi Napoli e Sassuolo) e raccolto molto meno di quanto avremmo meritato, a livello di complimenti saremmo primi in classifica. Ci serve anche un pizzico di fortuna in più, poi magari con la prima vittoria questi ragazzi avranno più consapevolezza dei propri mezzi. Dalla poltrona è facile parlare, non mi sembra che questa sia una squadra allo sbando e che l’allenatore sia diventato l’ultimo deficiente. Dobbiamo essere equilibrati. Resta la fiducia per questo gruppo e questo tecnico da parte della società”.

Mancano ormai poche partite prima della fine del girone di andata, bisognerà tentare di fare più punti possibili prima della riapertura del mercato. “Dopo la partita con la Roma partirà la volata finale del girone d’andata e dovremo restare aggrappati al gruppo, poi a gennaio faremo, di concerto con il mister ed i direttori, le nostre valutazioni e vedremo come intervenire. Qualcosa dovremmo fare, ma dobbiamo capire bene di cosa abbiamo bisogno e per farlo vorremmo vedere prima la rosa al completo. Bisognerà fare i conti con le nostre possibilità e con i giocatori che saranno disponibili, il mercato di gennaio ci insegna che si commettono stupidaggini”.

La squadra ha ripreso questo pomeriggio la preparazione: cattive notizie arrivano dall’infermeria dove Hugo Campagnaro ha riportato una lesione al soleo tra il primo e il secondo grado. Dovrà stare fermo per un paio di giorni. Sarà assente con la Roma e contro il Cagliari, per Oddo sarà emergenza totale in difesa visto che Gyomber, Coda, Fornasier e Campagnaro sono out per infortunio.

 

Pubblicato sotto: Sport