Agnesi, chiude lo storico pastificio di Imperia


Agnesi, chiude lo storico pastificio

Chiude lo storico e celebre pastificio Agnesi di Imperia, il primo in Italia dal 1824.

Lo scorso 13 dicembre alle 6.30 il pastificio Agnesi  ha prodotto l’ultimo chilogrammo di pasta, quello dei  “Fusilli 102”. Si è trattato dell’ultimo giorno di lavoro per i cento dipendenti: una settantina andrà in mobilità tra il 16 dicembre, il 2 gennaio e marzo 2017 quando concluderanno il loro percorso anche gli ultimi operai trattenuti per la pulizia, sorveglianza e messa in sicurezza definitiva dei macchinari.

Per circa 15 lavoratori, invece, è previsto il trasferimento al pastificio di Fossano (Cuneo) dove il brand resterà in produzione; due operai saranno cooptati dalla ditta di pasta fresca “Plin” (Albenga) mentre i restanti sono prossimi alla pensione.

Uno dei motivi principali che alberga dietro la decisione di chiudere lo stabilimento di Imperia sembra essere quello relativo ai costi di produzione troppo elevati nonostante due anni e più di battaglie sindacali, scioperi, incontri con politici e imprenditori, allo scopo di salvare lo stabilimento. Inoltre è stata riscontrata l’impossibilità di adeguare e sviluppare il sito produttivo ai requisiti richiesti dal mercato nazionale ed internazionale della pasta.