Meningite, intervengono i Nas per caos vaccini


Meningite, intervengono i Nas

Meningite, il Codacons chiede l’intervento dei Nas: caos scoppiato sui vaccini.

A seguito del recente caso del bambino di 4 anni di Cascina in Toscana colpito da meningite di tipo C nonostante sia stato sottoposto a vaccinazione, il Codacons lancia l’allarme e pretende piena attenzione sul caos che evidentemente impera in Italia in merito ai vaccini. Per questo, chiede l’intervento dei Nas affinché “sia fatta pienamente luce sull’efficacia del vaccino contro la meningite e sui tanti misteri che coinvolgono questo settore in Italia”.

“È assurdo che la vaccinazione si sia rivelata inefficace – spiega il presidente Codacons Carlo Rienzi – Tra l’altro qualcuno deve spiegare agli italiani perché alcuni vaccino sono spariti dal mercato, come l’antidifterico”.

Interpellati dal Codacons a tal proposito, il Ministero della Salute risponde che tale materia non è di sua competenza mentre l’Aifa sostiene di non poter costringere le aziende farmaceutiche a produrlo. A pagare le conseguenze di questo caos sono sia i cittadini costretti a ricorrere all’esavalente per vaccinarsi contro la difterite, sia il Servizio Sanitario Nazionale che paga più soldi all’industria del farmaco non essendo reperibili i vaccini in forma singola.

E’ arrivato il momento di andare fino in fondo alla situazione e diradare la nebbia che si è posata su quanto stia accadendo.

.