Evoluzione creativa di scena e le start up nell’artigianato e nel design


Evoluzione-creativa

Entra nel vivo e si anima di incontri e dibattiti la mostra di Arte, design ed artigianato “Evoluzione Creativa”, organizzata dall’associazione ArteNuova, in corso di svolgimento a Palazzo Fibbioni all’Aquila.

Domani Mercoledì 21 dicembre alle ore 16.00 il maestro ceramista di Castelli Maurizio Carbone che con la sua personale ricerca artistica ha rivoluzionato la lunga tradizione della produzione ceramista del centro alle falde del Gran Sasso, terrà una conferenza dal titolo “Tutti i colori della ceramica” durante la quale illustrerà il suo lavoro che mescola forme e colori d’avanguardia ad una tecnica innovativa.

Locandina Ada dicembre
Locandina Ada dicembre

Sabato scorso, invece 17 dicembre, gli alunni del Liceo Artistico “F. Muzi” dell’Aquila hanno presentato i propri elaborati e progetti didattici nel corso dell’incontro “I giovani creatori di nuove start up”.  In esposizione gli elaborati degli studenti del triennio dei diversi indirizzi di studio: Architettura e ambiente, Design e Arti Figurative. Il lavoro si articola su diversi percorsi tematici: “La città e i suoi segni: progetti per una città impossibile”, proposte di intervento nel centro storico dell’Aquila, restituite attraverso plastici architettonici e scaturite dalla lettura delle “città invisibili” di Italo Calvino; “Le scatole del silenzio: omaggio a Joseph Cornell”, tema affrontato dagli alunni di Arti Figurative, in cui le forme di analisi e di sollecitazioni provenienti dall’arte contemporanea, diventano categorie interpretative. Gli assemblaggi prodotti trasformano semplici contenitori, rappresentazione di limite spaziale, in oggetti  che interpretano il silenzio, protagonista di molteplici espressioni artistiche, dalla poesia alla musica.  I volti e i ritratti con la tecnica dell’affresco, sono gli elaborati che gli alunni hanno realizzato coniugando una delle tecniche più antiche con il tema della ritrattistica, riproducendo alcune delle opere più o meno note, dalla Sibilla Delfica di Michelangelo all’autoritratto di Francis Bacon.

L’esposizione è un’occasione di apertura verso il territorio per rilevare l’importanza di una politica culturale attiva e dinamica che pone la scuola come luogo di confronto e di formazione in cui poter crescere e sentirsi partecipi della comunità in cui vivono.