Fine sovraccosti del roaming: confermato termine del 15 giugno


Roaming. Confermato termine del 15 giugno

L’Unione Europea conferma il termine del 15 giugno per la fine dei sovraccosti del roaming

Nessun rinvio per la fine dei sovraccosti del roaming, anzi previste sanzioni per gli operatori non pronti per il 15 giugno.

Il direttore generale della Dg Connect della Commissione Ue Roberto Viola ha spiegato come la possibilità di chiedere docici mesi di deroga riguardi solo gli operatori con perdite superiori al 3% del fatturato. Circostanza molto poco probabile in Italia per le aziende Tim, Vodafone o Wind.

Dal metà giugno le tariffe all’ingrosso saranno il 90% più basse delle attuali, consentendo agli operatori di offrire il roaming ai loro clienti senza aumentare i costi delle telefonate nazionali. Allo stesso tempo però devono essere abbastanza elevate in modo che gli operatori dei Paesi visitati possano recuperare i loro costi senza aumentare i prezzi al dettaglio. Inoltre, il tetto deve consentire di proseguire gestione e ammodernamento delle reti in modo che i cittadini europei possano avere connessioni stabili dappertutto in Europa.