Cromoterapia in casa: colori e benessere


Cromoterapia in casa

Cromoterapia in casa: danza di colori tra arredi e pareti che esercitano effetti benefici sul nostro umore

Alleviare lievi sintomatologie, rilassare mente e corpo e provare chiare sensazioni di benessere: questi gli effetti della cromoterapia in casa basata sul comprovato principio secondo il quale i colori abbiano un rilevante impatto sulle nostre sensazioni e sulla nostra psiche. Vendiamone alcuni esempi.

Il giallo è un colore perfetto per cucine, sale da pranzo e bagni perchè trasmette allegria ed energia. Nei piccoli spazi, rende le stanze accoglienti ma risultare eccessivo utilizzarlo come tinta principale di una stanza. Infatti in grandi quantità, il giallo tende a condurre verso sensazioni di frustrazione e rabbia. Quindi giallo si, ma a piccole dosi.

Tra i molteplici benefici del blu pare vi sia l’abbassamento della pressione sanguigna e la regolarizzazione per battiti cardiaci e respirazione. Per questo motivo è spesso consigliato per camere da letto e bagni ma nelle sfumature morbide. Se si opta per il blu come colore principale, sarà necessario bilanciare con toni caldi per mobili e tessuti: nelle stanze come salotti e cucine, infatti, sono consigliate le tonalità come il pervinca, l’azzurro o il turchese. Evitate il blu troppo scuro che non possiede alcun effetto positivo: trasmette tristezza.

Il verde viene consigliato per alleviare lo stress e procurare rilassamento per gli occhi. In cucina raffredda e in salotto rilassa, portando al contempo calore per comfort e socialità. Pare che il verde solletichi anche la fertilità: per questo motivo è un’opzione ideale per le camere da letto.

Il rosso, infine, aumenta il livello di energia in una stanza. Nel soggiorno o in  sala da pranzo, attira le persone e stimola le conversazioni. Di solito è considerato un colore troppo stimolante per le camere da letto, va quindi usato con moderazione: in questo modo apparirà ricco ed elegante. Le tonalità più intense di rosso fanno salire l’adrenalina ma evitate la tonalità cremisi che potrebbero renderci particolarmente irritabili.