Atri, discarica Santa Lucia. Mazzocca chiarisce


Sulla discarica Santa Lucia il Sottosegretario d'Abruzzo Mario Mazzocca chiarisce

Il Sottosegretario d’Abruzzo Mario Mazzocca chiarisce la sua posizione in riferimento alla lettera inviata da Italia Nostra Atri al Governatore D’Alfonso sulla gestione del Consorzio Piomba Fino e della discarica Santa Lucia

”Non è la prima volta che intervengo sui problemi relativi alla discarica di cui trattasi – spiega Mazzocca – Ho risposto in aula a diverse interrogazioni sull’argomento sulla base di relazioni tecniche predisposte dal Servizio Gestione Rifiuti e ne ho parlato direttamente con i cittadini interessati durante una delle 230 assemblee alle quali ho partecipato dall’inizio del mio mandato. La risposta ai quesiti sollevati da Italia Nostra è stata inviata il 3 luglio scorso dal Servizio Gestione Rifiuti al Presidente dell’associazione Domenico Zenobio tramite pec. Rimando quindi alla lettura del documento per le questioni tecniche sollevate nella richiesta di informazioni”.

“Italia Nostra pone anche una questione politica sulla governance del Consorzio sulla quale è bene fare chiarezza – continua il Sottosegretario – Già al tempo della sua nomina resi pubblico il mio disaccordo su Alessandro Italiani quale commissario del consorzio: essendo stato fino ad allora Presidente del Cda, certamente non rappresentava il bisogno di discontinuità che gli enti locali avevano esplicitamente richiesto. Per questo avevo chiesto al Presidente D’Alfonso di sostituirlo a fine del mandato, che invece è stato prorogato (mi dicono, per ragioni tecniche) per altri 45 giorni. L’eventuale nomina di un ex membro del Cda nel Collegio dei Revisori dei Conti, come riportato dalla nota di Italia Nostra, rappresenterebbe un atto quantomeno inopportuno, per il quale sono più che giustificate le preoccupazioni formulate dal Movimento Atri non si tocca e dal Gruppo Silvi 2024”.