Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei


Dimmi con chi vai

L’articolo di questa settimana, si riallaccia in un qualche modo a quello della scorsa settimana intitolato “Nutrire la mente”.

In quell’articolo, ho evidenziato come le immagini a cui sottoponiamo il nostro cervello, influenzano direttamente il nostro umore, ed abbiamo visto che il nostro cervello non fa distinzione tra realtà e fantasia. Proprio per questo motivo siamo in grado di emozionarci guardando un film. Anche se cognitivamente sappiamo che è una finzione, siamo trasportati come se il film fosse realtà. Alla luce di questo, appare chiaro che sarebbe opportuno evitare di guardare film horror, trasmissioni manipolatrici, e tutto ciò che possa influenzare negativamente il nostro umore. Ma c’è un’altra cosa che influenza tantissimo la nostra essenza e ci plasma. Hai presente quel detto che recita “dimmi con chi vai e ti dirò chi sei”? Non significa semplicemente che se vai con qualcuno vuol dire che sei come lui, ma leggendolo da un’altra angolazione lo si potrebbe interpretare come: “se frequenti qualcuno, ne rimani influenzato a tal punto da diventare come lui”. Ed è esattamente quello che accade. Per elevarci e divenire persone migliori, dovremmo frequentare chi è meglio di noi. Se frequentiamo persone che in termini pratici piuttosto che darci qualcosa ce la tolgono, non faremo altro che regredire. Ma immagino che questo sia già chiaro a tutti. Forse è meno chiaro il motivo per cui accade. In maniera inconscia, noi tutti abbiamo una propensione a compiacere le persone che ci sono affianco per farci accettare e per farci amare. Ecco perché frequentando persone migliori di noi tenderemo a divenire migliori. Ma è altresì vero il contrario. Le persone che ci mettiamo accanto dovrebbero esserci da volano per poter tendere con ancor maggior precisione verso lo stile di vita che vogliamo raggiungere. Questo concetto dovrebbe essere chiaro a tutti e ancor più ai genitori di ragazzi che iniziano ad affacciarsi alla vita adulta. Loro diventeranno le compagnie che frequenteranno. Per cui ricordati di frequentare persone stimolanti e che possano insegnarti ed evitare quelle che succhiano solo energia. Seguimi anche sul mio blog all’indirizzo www.massimilianocilli.it